Teatro

Pino Insegno a Ragusa

Sabato 4 novembre

Sei spettacoli di grande livello. Per una stagione teatrale che, per il quarto anno consecutivo, si prefigge di attirare l’attenzione dei ragusani allo scopo di coltivare l’attenzione e l’interesse verso le rappresentazioni interpretate da personaggi dello star system nazionale.

E’ il caso del primo appuntamento già in programma sabato 4 novembre, a partire dalle 21, con protagonista Pino Insegno, attore che non ha bisogno di presentazioni, componente di punta della storica Premiata Ditta. A presentare i particolari della rassegna “Teatro in primo piano” edizione 2017-2018 è stato questa mattina, al teatro comunale Marcello Perracchio (ex Quasimodo), dove si terranno gli spettacoli, Angelo Cascone dell’associazione culturale “Progetto Teatrando”. “Crediamo molto in quello che facciamo – sottolinea Cascone – e anche se si potrebbe fare molto di più per mettere a circuito i vari eventi, soprattutto quelli più importanti, della nostra città, allo scopo magari di evitare sovrapposizioni con le iniziative degli altri cartelloni culturali, tutti pregevoli, presenti a Ragusa, siamo pronti a partire per fare in modo che l’attenzione verso il teatro nell’area iblea possa crescere sempre di più.

E’ chiaro che si sconta il fatto che questa città non possiede una struttura all’altezza della situazione, infatti molte compagnie non possono essere ospitate per tutta una serie di ragioni logistiche. Ma, nonostante tutto, cerchiamo di andare avanti e di mettere in evidenza quanto di buono i circuiti regionali ma soprattutto nazionali riescono a produrre”. Primo appuntamento, dunque, sabato alle 21 con “C’era una volta…signore e signori buonasera!” con Pino Insegno. Si prosegue il 19 novembre con “Il bene per la famiglia” interpretato da Patrizia Pellegrino e Pietro Genuardi. Ancora il 10 dicembre con “Natale in casa Cupiello” con Enrico Guarneri protagonista. Quindi, il 25 febbraio del prossimo anno con “Professione falsi invalidi” della compagnia Il Triangolonotrio.

E, ancora, il 3 marzo con “I malavoglia” di Enrico Guarneri e, infine, il 7 aprile con Vincenzo Volo e Francesca Ferro ne “Una famiglia quasi perfetta”. Lo spettacolo di sabato vedrà, dunque, protagonista Pino Insegno con Federico Perrotta. In una città qualsiasi, in un appartamento qualsiasi, in una notte qualsiasi, ecco cosa accade oggi. Un uomo davanti al suo piccolo televisore sta navigando annoiato attraverso i vari programmi. All’improvviso, come per magia, viene catapultato all’interno dello stesso. Inizia, così, un viaggio attraverso il mondo catodico degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta, i suoi miti, le canzoni, gli sceneggiati, il cinema.

Pino Insegno, con la partecipazione di Federico Perrotta, prenderà il pubblico per mano e lo condurrà con musica, parole e tante risate attraverso le emozioni di un passato straordinario. Il costo del biglietto è di 25 euro. L’abbonamento all’intera rassegna è di 120 euro per la platea, 110 per la tribuna. Per gli abbonamenti o per prenotare il singolo biglietto è possibile rivolgersi al botteghino del teatro il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 16 alle 18. Oppure per informazioni è possibile contattare il 338.1011688. Inoltre, presso la biglietteria del teatro è possibile utilizzare la Carta del docente per l’acquisto dell’abbonamento o del singolo biglietto.

L’associazione culturale Progetto Teatrando, infatti, aderisce all’iniziativa promossa dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca offrendo la possibilità di acquistare biglietti o abbonamenti utilizzando i buoni emessi con la Carta del docente.