Tv

Manovra digitale: televisori da rottamare entro il 2022

Il 90% delle Tv sarà da cambiare

L’articolo 89 “Uso efficiente dello spettro e transizione alla tecnologia 5G” delle legge di Bilancio che inizierà ad essere discussa la settimana prossima al Senato potrebbe dar vita entro il 2022 alla rottamazione del 90% dei televisori attualmente nelle case degli italiani.

La legge prevede lo spegnimento delle trasmissioni col digitale terrestre con il passaggio al nuovo sistema Dvb-T2. Questo significa che le attuali televisori non saranno in grado di ricevere le nuove trasmissioni e richiederanno un decoder aggiuntivo o la sostituzione dell’intero apparecchio. Come riporta dday.it del Corriere, lo spegnimento delle trasmissioni col Dvb-T è dovuto ad un restringimento delle frequenze con la cessione al 5G della banda 700. Questo processo di fatto scatterà dal primo di gennaio del 2020 ed entrerà a regime il 30 giugno del 2022.

Questa novità potrebbe portare ad una condizione particolare: le trasmissioni dal 2022 in poi saranno compatibili solo con televisori che saranno venduti da quest'anno in poi. I primi canali che migreranno sul nuovo sistema potrebbero "sparire" da diverse case. Soprattutto dai televisori di chi non si è ancora convinto a cambiare l'apparecchio.