Comune

Ragusa, palme abbandonate e scale senza ringhiera

Le segnalazioni dei consiglieri di opposizione

Consueto appuntamento con le segnalazioni di disagi problemi e criticità cittadini evidenziati dalle forze politiche consiliari e civiche.

Il consigliere comunale Gianluca Morando, del Movimento Civico Ibleo chiede la messa in sicurezza della piazzetta di via Vittorio Emanuele Orlando, antistante la scuola media Crispi e il liceo Classico Umberto I° , meglio conosciuta ai ragusani come “il Marsala”. Secondo Morando “la presenza di fettucce di colore rosso a delimitare le zone sprovviste di ringhiera nella piazzetta di via Vittorio Emanuele Orlando non è sufficiente, a mio modo di vedere, ad evitare che possano registrarsi pericoli, anche seri, nel sito in questione”.

Infatti, prosegue il consigliere “la piazzetta è quotidianamente frequentata da numerosi studenti di qualsiasi età, anche giovanissimi. Le fettucce, quindi, non servono a garantire la piena messa in sicurezza delle zone più pericolose ma rappresentano solo ed esclusivamente un palliativo di dubbia efficacia” . Da qui la richiesta di Gianluca Morando al sindaco di mettere in sicurezza l’intera zona comprese la scale che portano alla palestra dell’Umberto I°, anch’esse segnalata soltanto dalle fettucce. Altra segnalazione dal movimento Territorio, i cui esponenti Emanuele Distefano e Giuseppe Occhipinti evidenziano “seri problemi di visibilità nel tratto finale di via Achille Grandi, quasi all’incrocio con la grande rotatoria che poi immette su via Di Vittorio, a causa del fatto che le aiuole spartitraffico non sono curate da chissà quanto tempo.

Un problema che, a parte gli automobilisti, riguarda, soprattutto, gli operatori di primo soccorso da cui abbiamo ricevuto segnalazioni specifiche”. Distefano e Occhipinti peranto “sollecitano l’amministrazione comunale a trovare una soluzione, coinvolgendo anche gli enti competenti nel tentativo di trovare al più presto una soluzione pur consapevoli “che da tutte le parti ci sono problemi di carattere economico per l’esiguità delle risorse ma questa è una necessità che non si può non prendere in considerazione nella maniera dovuta”.

Invece la consigliera comunale del movimento Insieme, Elisa Marino, mette sotto i riflettori la scarsa cura del verde pubblico proprio in una delle zone più centrali e storiche della citta, Piazza del Popolo. “Una delle poche palme che è riuscita a salvarsi dal flagello punteruolo rosso, quindi un patrimonio inestimabile del verde pubblico, è tenuta in condizioni a dir poco discutibili”. E la Marino prosegue “sembra che non ci sia la minima cura nei confronti della palma in questione che infatti libera i propri frutti, i datteri, sul marciapiede sottostante, all’altezza di una delle rampe pedonali d’uscita del parcheggio sotterraneo, diventato in questi giorni davvero indecoroso.

Oltre a chiedere una pulitura più accurata della zona circostante, ci chiediamo perché l’amministrazione comunale non provveda ad una cura più adeguata nei confronti di tutte le piante della zona che risultano essere parecchio sofferenti, eccezion fatta per quelle che rientrano nella convenzione con ditte private. Il verde pubblico ha bisogno di essere gestito con grande attenzione. Capiamo le difficoltà di carattere economico ma la trascuratezza non ha motivo d’essere. Ed è per questo motivo che sollecitiamo l’intervento della giunta municipale anche per questioni che possono sembrare di poco conto ma risultano indispensabili a garantire l’adeguato decoro all’intera città”.(da.di.)