Partiti Politici

Elezioni Regionali, Ragusa: chi sta con chi

Rimescolamento generale tra i partiti

Mentre cresce l’attesa per la consultazione elettorale regionale del 5 novembre, il panorama politico di Ragusa è in grande fermento e si assiste ad un rimescolamento generale.

Emblematiche le scelte di appoggio ai vari candidati alla presidenza della Regione fatte da consiglieri o comunque da gruppi consiliari o da movimenti associazioni e liste civiche cui i consiglieri fanno riferimento. Esclusi per fedeltà di partito o ideologica i grillini, candidato presidente Cancelleri, che sabato sera insieme al candidato alle presidenza del consiglio Di Maio, hanno passeggiato per le vie di Ragusa Ibla attorniati dal mondo pentastellato locale e da numerosi cittadini che hanno seguito gli esponenti 5 stelle nel percorso da piazza Odierna, dinanzi al Giardino Ibleo, fin sotto la scalinata del Duomo di San Giorgio con momenti di grande affabilità reciproca.

Esclusi anche i due consiglieri democratici Mario D’Asta e Mario Chiavola la cui fedeltà senza se e senza ma al candidato all’Ars Nello Dipasquale li colloca automaticamente tra i sostenitori del candidato presidente Micari. Passando agli altri gruppi consiliari, sembrerebbe, dalla prese di posizione e dai comunicati ufficiali, che a farla da padrone sia la candidatura di Nello Musumeci, esponente di tutto il centro-destra. Ed allora il gruppo Insieme, che fa capo a Giovanni Occhipinti e che a Ragusa conta su 5 consiglieri (gruppo misto) Elisa Marino, Maurizio Tumino, Peppe Lo Destro, Angelo Laporta, Giorgio Mirabella, annuncia che insieme al Movimento Civico Ibleo, che fa capo a Franco Antoci, e al consigliere comunale Gianluca Morando, sosterranno il candidato presidente Nello Musumeci ed il candidato Giorgio Assenza.

A favore della candidatura alla presidenza di Musumeci anche il laboratorio 2.0. e la sua portavoce e consigliera comunale Sonia Migliore. E se finora la Migliore aveva sempre rimproverato ai consiglieri di Insieme, una opposizione solo di facciata alla amministrazione 5 stelle, ora, pur trovandosi schierati per le regionali nello stesso campo, la prima donna del laboratorio preferisce annunciare che il candidato Musumeci li onorerà di una visita proprio presso la sede dell’associazione, lunedì mattina prossimo, mentre Occhipinti e Antoci comunicano che il loro incontro con Nello Musumeci si svolgerà sempre lunedì mattina, ma con un paio d’ore di anticipo, presso l’hotel Mediterraneo.

Singolare poi la scelta della consigliera comunale Manuela Nicita, eletta nelle liste grilline, transitata dopo qualche indecisione nel laboratorio 2.0 e compagna di tante battaglie di Sonia Migliore, abbandonata recentissimamente per dar vita al suo movimento Ragusaincorsa. Infatti la Nicita ha preso una posizione netta e decisa, voto a Nello Dipasquale come consigliere regionale e a Nello Musumeci come presidente della Regione. Infine, il silenzio del gruppo consiliare Partecipiamo composto da Giovanni Iacono e da Mirella Castro.

Iacono in questi ultimi mesi, in particolare dall’estate in poi, è stato molto attivo come promotore di incontri e convegni sul territorio, e sulla sanità iblea, che hanno visto partecipazioni molto trasversali, ma ad oggi non si è ancora pronunciato in merito alle regionali. A rimanere in silenzio, infine, anche il consigliere Giorgio Massari, ex capogruppo dem, ex appartenente al secondo circolo PD di Gianni Battaglia, confluito in massima parte in Articolo 1 – MDP. Massari ha già dato vita, per le comunali del prossimo anno, alla lista Ragusa prossima ma non ha finora fatto conoscere la sua scelta di campo per la scadenza del 5 novembre.

E visto che abbiamo citato il Movimento Democratici e Progressisti, quest’ultimo, insieme a Sinistra Italiana, hanno dato vita ad una lista schierata per la candidatura a presidente della regione di Claudio Fava. (da.di.)