Attualità

Sicilia, residenza ideale per i pensionati?

Le parole di Stefano Parisi di Energie per l'Italia

“In Sicilia può crescere la presenza dei pensionati alla ricerca di un luogo ideale dove trasferirsi”.

Così Stefano Parisi, leader di ‘Energie per l’Italia’, incontrando giornalisti e simpatizzanti assieme a Cetty Vinci, candidata all’Ars, e Paolo Reale del coordinamento regionale di Energie per l’Italia. “Oggi – ha ricordato Parisi - grazie alla pensione, ad un stato di salute buono e a molto tempo libero a disposizione, gli anziani sono alla ricerca di luoghi dove trasferirsi, anche per periodi lunghi. Questo tipo di 'viaggiatori' sono attratti da località con un clima mite e la Sicilia è il luogo ideale, a cominciare dalla provincia di Siracusa. Si tratta di persone esigenti che cercano anche divertimento, bellezze naturalistiche, ma anche itinerari culturali ben studiati e, soprattutto, servizi personalizzati.

Per soddisfare questo segmento di mercato bisogna assicurare sicurezza, trasporti e collegamenti efficienti, e un sistema sanitario in grado di garantire prestazioni di alto livello. Oggi molti pensionati vanno a vivere in Portogallo oppure a Tenerife che hanno saputo organizzarsi offrendo servizi e agevolazioni fiscali. Bisogna lavorare per farli venire in Sicilia. Il turismo, l’agroindustria, la rigenerazione urbana, le infrastrutture e le attività industriali, sono il futuro dell’isola. Questa è una terra che potrebbe aumentare in modo considerevole le presenze turistiche e gli investimenti. E’ fondamentale, però, migliorare i collegamenti, non solo quelli per raggiungere la Sicilia, a cominciare dal ponte sullo stretto, ma anche quelli interni per spostarsi da una città all’altra”. Parisi si è poi soffermato sul ruolo del suo movimento.

“Energie PER l’Italia ha sin da febbraio scorso sostenuto Nello Musumeci come unico candidato in grado di battere i 5 Stelle in Sicilia. Abbiamo avuto un ruolo centrale, sostenendo Nello Musumeci da soli, e subito una forte ostilità da parte dei vecchi apparati. Chi ha governato per tanti anni ha avuto paura della nostra iniziativa politica. Abbiamo resistito con pazienza e tenacia convinti che la politica vada rigenerata se si vuole far uscire l’Italia dalla gravissima situazione di depressione economica e sociale. In Sicilia, come in tutto il Paese, i partiti, dal Pd a Forza Italia, non sono stati in grado di capire la società. Il risultato è il non voto e il voto di protesta dato ai grillini. Noi di “Energie per l’Italia” vogliamo riconquistare gli elettori delusi e arrabbiati.

Cominciamo dalla Sicilia per costruire un soggetto nuovo che diventerà presto la grande novità della politica italiana. Noi e Musumeci siamo il luogo della politica di qualità. Siamo l’unica realtà nuova della coalizione. A Siracusa il nostro sostegno va a Cetty Vinci. Il suo riconosciuto impegno politico è una garanzia di onestà e competenza. La sua integrità e capacità rappresentano una levaimportante per riportare al voto chi da tempo, anche in provincia di Siracusa, diserta le urne o si è rifugiata nel voto di protesta. Energie per l’Italia punta su una nuova classe dirigente che sappia tutelare gli interessi dell'isola e dei siciliani”.