Denuncia

Ragusa, degrado nel centro storico: vicoli usati come orinatoi

Migliore: microcriminalità dilagante

“La totale mancanza di opportune politiche di rilancio del centro storico di Ragusa superiore insieme alla carenza di iniziative capaci di contrastare il fenomeno del degrado sociale hanno portato quel che era il salotto buono della nostra città in un vero e proprio quartiere abbandonato dalle istituzioni”.

Lo dichiara il Consigliere comunale Sonia Migliore, portavoce del Laboratorio politico 2.0, commentando una petizione firmata da centinaia tra residenti e operatori commerciali dell’area compresa tra via Ss. Salvatore, corso Italia e piazza San Giovanni, con la quale si denunciano alcune situazioni di disagio e si chiede all’Amministrazione comunale di intervenire per risolverle. “In quel documento - spiega migliore - i cittadini fanno un lunghissimo elenco di problemi, anche seri: extracomunitari che molestano passanti, gente che usa i vicoli e le strade come degli orinatoi, presenza costante di tossicodipendenti, microcriminalità dilagante, e questi sono solo alcuni degli episodi raccontanti nella petizione.

I residenti del quartiere, giustamente, si sentono ‘trascurati’, per usare un’espressione edulcorata, e chiedono che qualcuno intervenga, soprattutto facendo sentire la presenza delle forze dell’ordine”. “A Ragusa centro residenti e commercianti combattono come eroi una battaglia impari - continua Migliore - perché la gente, ormai, ha paura a circolare di sera e sembra che il degrado abbia preso il sopravvento, nell’indifferenza generale dell’amministrazione a 5 stelle, impegnata a spendere per una manciata di costosissimi spettacoli senza pensare minimamente al futuro”. “Se qualcuno crede che il degrado, la criminalità e il disagio si combattono con gli spettacoli - conclude Migliore - allora vuol dire che non si è capito nulla di come si amministra una città. Il Lab 2.0 è a fianco di questi cittadini e si farà portavoce di questo malcontento”.