Eventi

Ragusa, Giornata contro la tratta di esseri umani

Evento promosso da Cooperativa Proxima

Anche la città di Ragusa aderisce alla Giornata Europea contro la Tratta: l’appuntamento è per oggi, mercoledì 18 ottobre alle 17:00 in piazza Libertà, da dove partirà una passeggiata simbolica che si concluderà con il lancio di palloncini colorati con l’hashtag/slogan #liberailtuosogno in Piazza San Giovanni.

L’evento è promosso dalla Cooperativa Sociale Proxima, che realizza, da 14 anni, percorsi di integrazione e protezione sociale destinati a vittime di tratta e grave sfruttamento lavorativo, in collaborazione con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Siemu a Peri di Marina di Ragusa, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Amunì di Ragusa, che dal 2014 promuovono la cultura e la pratica dello sport come stile di vita sano finalizzato al contrasto della sedentarietà, al miglioramento della salute e il benessere psico – fisico della comunità, il Gruppo Acquisto Solidale Mazzarelli e il GasAmuni, che sostengono piccoli produttori del territorio, promuovono l’acquisto solidale, il consumo critico e consapevole, nuovi stili di vita sani.

Al lancio dei palloncini seguirà una passeggiata nel centro storico di Ragusa (4/5 km), guidata dai gruppi dei camminatori e camminatrici Amunì e Siemu a Peri. Si tratta di un piccolo ma significativo gesto affinché un tema così drammatico non passi inosservato e una speranza perché quei tanti sogni di donne, uomini e minori non restino per sempre chiusi in una gabbia. Privare le persone della libertà, sfruttarle e venderle come merci a fini di profitto costituisce una grave violazione dei diritti umani. La tratta di esseri umani non può essere tollerata in alcuna forma.

In occasione della Undicesima Giornata Europea contro la Tratta di Esseri Umani l’Organizzazione Internazionale del Lavoro ricorda che sono circa un milione le sospette vittime di tratta e di grave sfruttamento. Numeri importanti che allertano per dimensione e diffusione e che rappresentano un enorme business per le reti criminali transnazionali. Sono oltre 20 mila ogni anno le giovani donne, gli uomini e i minori che entrano nei sistemi di protezione e di assistenza, di cui circa mille in Italia. Lo sfruttamento nell’ambito sessuale, lo sfruttamento lavorativo, l’accattonaggio forzato e le economie illegali forzate sono fenomeni di grande portata il cui contrasto risulta difficile e complesso.

Proprio per porre l’attenzione su questi numeri, il Dipartimento delle Pari Opportunità e il Numero Verde Nazionale contro la Tratta (800 290 290), in collaborazione con la rete dei Progetti italiani antitratta, hanno organizzato un semplice e simbolico evento per quella giornata. (da.di.)