Viabilità

Raddoppio Ragusa Catania: previste opere di compensazione

Lo annuncia Nello Dipasquale

Dopo il passaggio al Cipe del progetto di raddoppio della Ragusa - Catania saranno attivati degli interventi che permetteranno, come opere di compensazione, del ripristino e della ripiantumazione del bosco di Monte Arcibessi andato in fiamme a giugno scorso con un investimento complessivo di 14 milioni di euro.

Lo ha annunciato sabato sera il deputato regionale Nello Dipasquale (Pd) intervenendo a Chiaramonte Gulfi per l’apertura del comitato elettorale. Il parlamentare regionale ha avviato un continuo confronto con la società che si è aggiudicata il progetto di raddoppio della Ragusa - Catania e con la Soprintendenza di Ragusa affinché con apposito protocollo d’intesa si possa provvedere alle suddette opere di compensazione. Inoltre, l’on. Dipasquale ha anche dichiarato che sono state individuate 2500 piante che si trovano lungo il tracciato e che sono state schedate e che saranno spostate per consentire la realizzazione dell’atteso raddoppio autostradale. 2000 di queste piante di pregio saranno usate per realizzare la “masseria della legalità” in alcuni terreni tolti alla mafia e attualmente gestiti dalla Forestale.

Le altre 500 piante verranno piantumate negli svincoli autostradali. Incontrando i cittadini il parlamentare ibleo ha fornito le ultime novità sul raddoppio dopo che in questi giorni dalla Regione è arrivato il definitiva via libera anche rispetto all’impatto ambientale, trasferendo così ogni competenza al Ministero dell'Ambiente per una presa d'atto del parere favorevole e poi, in conclusione, al Cipe per l’ultimo passaggio che porterà all’apertura vera e propria dei cantieri.