Tradizione

Madonna del Rosario: festa grande a Ragusa

Oggi 8 ottobre

E’ grande festa oggi nel centro storico di Ragusa superiore. Sarà celebrato il 25esimo anniversario della processione esterna della Madonna del Rosario.

Fermento tra i fedeli della chiesa dell’Ecce Homo dove, già alle 8,30, ci sarà il Risveglio mariano, con il comitato dei festeggiamenti, i devoti e il corpo bandistico che percorreranno le numerose viuzze del quartiere per annunciare ai residenti il giorno di festa. Ci sarà l’esecuzione di gioiosi brani musicali oltre a festevole folklore in strada. E’ prevista la raccolta di offerte per la festa e di generi alimentari per i bisognosi della parrocchia. Alle 9 e alle 11 si terrà la celebrazione delle sante messe. A mezzogiorno in punto “Mysteria”, vale a dire lo sparo di 20 colpi a cannone che richiameranno i misteri del Rosario della Beata Vergine, annunciando il giorno di festa commemorativa.

Alle 17,30, poi, la recita del Rosario. Quindi, alle 18, la santa messa solenne che sarà presieduta dal parroco, don Giovanni Bruno Battaglia, e animata dalla corale parrocchiale. Sempre alle 18, nel frattempo, prenderà il via la grande sfilata dell’associazione Gruppo tamburi Città di Giarratana per le vie del centro storico con al seguito la Corona del Rosario realizzata con palloncini in elio, offerta per devozione da un gruppo di parrocchiane. Alle 19 il “Salve Regina” con i tamburi imperiali e le trombe egiziane che annunceranno l’uscita della processione con l’antico e venerato simulacro della Vergine santissima.

Ci sarà lo scenografico e giulivo omaggio alla Madonna con il grido osannante dei portatori, gli applausi dei fedeli, il lancio della Corona di palloncini e di volantini multicolori, il suono festoso delle campane. Alle 19,15 prenderà il via la solenne processione per le vie parrocchiali, accompagnata dal corpo bandistico “Risveglio kamarinense” di Santa Croce Camerina, diretto dal maestro Giuseppe Zisa. Alle 21,15 lo spettacolo pirotecnico con accompagnamento musicale approntato in piazza Solferino a cura della ditta Elia Fireworks di Giovanni Elia di Giarratana. Ci sarà quindi il rientro solenne della processione con il simulacro portato a spalla dai devoti. L’ingresso in chiesa sarà annunciato dai tamburi imperiali e dalle trombe egiziane. Quindi, alle 21,30, il “Sub tuum praesidium”, vale a dire il devoto saluto di congedo alla Vergine santissima da parte dei fedeli e dei portatori con la conclusione dei festeggiamenti mariani.