Storie

Modica, si sposa e perde la fede in un tombino

Recuperata dalla Polizia locale

Ha passato un paio dore di disperazione una giovane sposa che sabato, poco dopo essere convolata a nozze, mentre si sottoponeva insieme al marito alle foto di rito in Corso Umberto, nei pressi dell’Istituto Magistrale, non si sa per quale motivo, ha visto improvvisamente sfilarsi la fede nuziale dal dito che, come nelle scene “sfortunate” di un film, è rotolata finendo in un tombino.

Con alcuni amici, lo sposo ha cercato di recuperare la “vera” ma inutilmente. La giovane sposa è andata nel panino e le sue lacrime hanno attirato l’attenzione dei passanti. Tra questi il direttore del Consorzio per la Tutela del Cioccolato, Nino Scivoletto, che ha cercato in tutti i modi di rassicurare la giovane donna. Scivoletto, a quel punto, ha cercato telefonicamente il comandante della polizia locale, Rosario Cannizzaro, che ha immediatamente contattato un operaio del servizio di segnaletica stradale, il quale nonostante fosse sabato e fossero quasi le 21, ha raccolto l’invito del comandante e si è portato sul posto, dove ha trovato ancora gli interessati che si prodigavano inutilmente per aprire la caditoia che era cementata.

Il collaboratore della “Locale” è, invece, riuscito a recuperare la fede nuziale e a consegnarla alla “sconvolta” sposa che così con il marito e gli amici hanno potuto raggiungere, non prima di avere fortemente ringraziato l’operatore comunale, la sala per il trattenimento nuziale. Come dire: “tutto è bene ciò che finisce bene”.