Benessere

La dieta nordica: nuova tendenza per dimagrire

Regime alimentare dei paesi nordici

La dieta nordica o vichinga, costituita da un regime alimentare basato su cibi consumati nei Paesi del Nord Europa quali Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia, sta prendendo piede anche in Italia. La dieta nordica è stata fondata nel 2004 da un team di nutrizionisti e cuochi.

Dalla loro collaborazione è nato un regime simile a quello mediterraneo ma che vede l’inserimento massiccio di cereali integrali, carne, frutti di mare, verdure a foglia verde, latte (e derivati), frutta. La dieta nordica prevede un regime alimentare che si basa sul consumo di alimenti a marcato contenuto di: proteine (carne e pesce); verdure "verdi" (molto ricche di antiossidanti); acidi grassi omega-3 (pesce nordico). E’ importante inserire antiossidanti attraverso la frutta e la verdura, nonché carboidrati. Quest’ultimi danno energia al corpo e aiutano la regolarizzazione dell’intestino. Non servirà contare le calorie o le porzioni: alla classica dieta ipocalorica vanno aggiunti alcuni accorgimenti semplici ed intuitivi. A colazione si può mangiare latte d’avena con frutta e noci, mentre a pranzo si può optare per un’insalata a base di salmone e verdure fresche a volontà.

Come spuntino si potrà trovare sollievo in una fetta di pane di segale con burro di mandorle oppure uno yogurt con i frutti rossi. A cena via libera a pollo arrosto con patate al forno o lesse. Per seguire la dieta nordica bisogna dire addio agli snack quali biscotti e cracker ma anche alle bevande zuccherate, entrambi poveri di nutrienti e ricchi di zuccheri. Tra gli alimenti consigliati nelle dieta vichinga ci sono: aringhe, salmone, frutti di bosco, pane di segale, carne di manzo, renna, capra, latticini di capra, cavoli e broccoli nordici, insalate a foglia verde. Uno studio del pan-Nordico dove l'Università di Lund spiega inoltre i benefici della dieta nordica che abbassa i livelli di colesterolo e quindi il rischio di malattia cardiovascolare.

“Le persone che hanno seguito una dieta nordica hanno avuti i livelli più bassi del colesterolo nocivo di LDL. La quantità di particelle grasse nocive nel sangue sono diminuite - dice Lieselotte Cloetens, un ricercatore biomedico di nutrizione all'Università di Lund”.