Polizia di Stato

Modica, arrestato borseggiatore seriale

Salvatore Carbone di 61 anni

La Polizia del Commissariato di Modica ha arrestato Carbone Salvatore di anni 61, di origini netine e residente a Siracusa, noto alle Forze dell’Ordine per i numerosi precedenti di polizia, tutti per furto e furto con destrezza ai danni di numerosi soggetti prevalentemente anziani intenti a fare la spesa al supermercato (commessi a Comiso, Ispica, Ragusa, Giardini Naxos, etc.).

L’uomo, che aveva trasformato la propria condotta illecita in una fonte certa di guadagno giornaliero, già nel mese di agosto in diverse occasioni aveva compiuto borseggi all’interno di alcuni supermercati di Modica. Le vittime, tutte donne, nel momento in cui si recavano alle casse per pagare, avevano l’amara sorpresa di non trovare più il loro portafogli nella borsa, denunciando successivamente il furto in Commissariato. La Polizia di Stato avviava una intensa attività investigativa che accertava, attraverso appostamenti e la scrupolosa visione delle immagini catturate dai sistemi di videosorveglianza installati negli esercizi commerciali, che un soggetto non conosciuto in questo territorio, con estrema disinvoltura si avvicinava alla vittima distratta dalle compere e apriva loro la borsa, sfilando il portafogli.

Tra le vittime anche una anziana signora che con disperazione raccontava ai poliziotti in sede di denuncia di essere stata derubata dell’unica somma di denaro che aveva prelevato la stessa mattina per fare fronte alle sue necessità. Per bloccare il ladro venivano predisposti appositi servizi antiborseggio che sono durati quasi un mese e che qualche giorno fa hanno dato i loro frutti. Infatti, il ladro veniva bloccato dagli uomini del Commissariato di Modica nei pressi di un supermercato, subito dopo essersi impossessato del portafoglio di un cliente. La vittima, questa volta un anziano signore che portava un borsello, scopriva di essere stato derubato nel momento in cui si apprestava a pagare la spesa. Una coppia di poliziotti che svolgeva servizio antiborseggio in quella zona prontamente interveniva e dava l’allarme alle altre pattuglie dislocate nei vari esercizi commerciali della zona commerciale per lo stesso servizio antiborseggio.

Tale operazione consentiva di rintracciare il ladro che veniva bloccato all’interno della propria autovettura con ancora in mano il portafoglio della vittima, intento a contare il denaro che conteneva. Il Carbone, messo di fronte alle proprie responsabilità, veniva condotto in Commissariato e dichiarato in stato di arresto per furto aggravato. Grande l’emozione dell’anziano nel vedersi restituito il proprio portafogli con tutto il denaro, ammontante a 70 euro, oltre ai documenti personali, nel momento in cui si presentava presso gli uffici del Commissariato per denunciare il furto poco prima patito. Carbone Salvatore dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il colpo che il netino aveva organizzato nella giornata citata a Modica non è andato a buon fine grazie alla tempestività dei poliziotti che, confondendosi con la clientela dei supermercati, sono riusciti a bloccare il borseggiatore seriale.

Giova precisare che l’odiosità dell’azione risulta ancora più evidente dal fatto che le vittime sono persone anziane, quasi sempre non abbienti. Si raccomanda sempre alla gente che fa la spesa di non lasciare le borse aperte ed incustodite durante gli acquisti e di evitare di appenderla al carrello se ci si allontana dallo stesso. In tal senso la visione del video può essere di aiuto all’utenza per evitare il ripetersi di tali azioni criminose. In aggiunta ai numerosi reati contestati al Carbone si è altresì proceduto a contestare allo stesso la guida senza patente della vettura e l’assenza dell’assicurazione. Il veicolo è stato sottoposto a fermo fiscale ed amministrativo ed a carico del malvivente sono state elevate sanzioni per circa 7500 euro.