Teatro

Ragusa, premiazione al Festival del Teatro comico

Vince la Compagnia Le Maschere

Una cerimonia di premiazione senza sfarzi, molto intima, quasi una riunione di famiglia. Domenica sera, al Piccolo teatro della Badia di corso Italia a Ragusa, la premiazione della quarta edizione del Festival regionale del teatro comico, valido anche come quindicesima rassegna intitolata a mons. Pennisi, tenutasi, ad agosto, in piazza San Giovanni durante i giorni della festa del patrono.

“Abbiamo deciso di farla così, senza eccessi, stavolta – dice il direttore artistico Maurizio Nicastro – per continuare ad onorare la memoria di Marcello Perracchio, il grande attore scomparso nelle scorse settimane, personaggio ragusano di rilevanza nazionale e perfino internazionale, amico da sempre della nostra manifestazione. Ci è sembrato giusto ricordarlo in questo modo. E continueremo a farlo anche intitolandogli alcune delle iniziative che abbiamo in programma durante la stagione autunno-inverno”. Quattro le compagnie che hanno animato il festival: Il Canovaccio di Leonforte che ha portato in scena “La banda degli onesti”; la Cesare Cannata di Palazzolo Acreide con “M’adDubai”; la Dietro le quinte di Milazzo con “Tesoro, non è come credi”; Le Maschere di Canicattini Bagni con “Si volaaa!”.

Ad aggiudicarsi il festival e il contestuale trofeo Mediolanum, su decisione della giuria popolare, è stata proprio quest’ultima, molto applaudita dagli spettatori per le caratterizzazioni che ha saputo fornire alla rappresentazione. Alla cerimonia di premiazione era presente anche il parroco della Cattedrale, don Gino Alessi, che ha creduto molto nell’iniziativa e che ha condiviso l’apertura della stessa alle compagnie teatrali provenienti da varie parti della Sicilia “perché nel confronto – ha detto – si cresce ed è sempre opportuno fare in modo che le barriere, anche territoriali, possano essere abbattute”. Don Alessi inoltre consegnato alcuni premi tra cui quello per la migliore scenografia, vinto da Nino Giunta de Il Canovaccio per “La banda degli onesti”.

Questi gli altri premi resi noti e consegnati nella serata di domenica, a giudizio insindacabile del pubblico che ha votato dopo avere assistito agli spettacoli tenutisi nella splendida cornice di piazza San Giovanni: migliori costumi Sonia Inveninato de Il Canovaccio; attrice protagonista Graziella Toscano della Cesare Cannata; attore protagonista Antonio Sigona della Cesare Cannata; attrice non protagonista Loredana Lombardo de Le Maschere; attore non protagonista Salvatore Di Mauro de Le Maschere; attrice caratterista Concita Di Pietro della Cesare Cannata; attore caratterista Salvatore Di Mauro de Le Maschere; miglior regia David Amalfa della “Dietro le quinte”.

“A gennaio – aggiunge Nicastro – prepareremo il bando per la prossima edizione. E la nostra intenzione è di inserire un lavoro di mons. Pennisi, fine commediografo oltre che grande uomo di fede, per fare in modo che lo stesso possa essere portato in scena così da fare conoscere le sue opere al grande pubblico”.