Comune

D'Antona e le finanze del Comune di Modica

Ritardi nel pagamento degli stipendi

Il consigliere comunale Vito D'Antona interviene sui ritardi nel pagamento degli stipendi ai dipendenti comunali di Palazzo San Domenico.

L’accordo firmato con le organizzazioni sindacali il 26 luglio prevedeva entro il 10 agosto il pagamento dello stipendio di giugno, entro il 10 settembre il pagamento dello stipendio di luglio e del 50% delle indennità accessorie del 2015 ed entro il 20 settembre il pagamento dello stipendio di agosto. Ad oggi secondo quanto denuncia D'Antona, lo stipendio di giugno è stato pagato il 23 agosto, quello di luglio (senza indennità) il 18 settembre mentre, non vi è traccia di quello di agosto né della prima parte delle indennità. La situazione dunque non sarebbe così sotto controllo come dichiarato dal primo cittadino. Non vi è traccia del conto consuntivo 2016, oggetto di commissariamento del Comune di Modica da parte della Regione cosiccome quello di previsione - dichiara D'Antona- e la situazione è caratterizzata dall’incremento esponenziale dei debiti e da entrate scritte ma non riscosse, la cui conseguenza è il ricorso costante all’anticipazione di cassa.

Tutte criticità, che, come continua a dire la Corte dei Conti valutando il Piano di riequilibrio, il Comune di Modica non ha superato e sulle quali rimane in attesa di provvedimenti che Abbate non dimostra di attuare. D'Antona evidenzia poi con disappunto come da due mesi manchi un assessore al Bilancio e dall'ufficio finanziario siano state allontanate valide professionalità e come si sia ricorsi a società esterne per la riscossione dei tributi. Nonostante ciò sono proliferati atti finalizzati a sostenere spettacoli, eventi musicali, luminarie, sagre e feste di ogni genere. Abbiamo provato a sentire telefonicamente il sindaco Ignazio Abbate sulla questione per avere dei chiarimenti ma non ha risposto.