Saluta

Sclerosi multipla: rischio aumenta con carenza vitamina D

Lo studio a Boston

Una carenza di vitamina D potrebbe aumentare il rischio di sviluppare la sclerosi multipla. Lo annuncia una ricerca condotta dalla Harvard Th Chan Chan School of public Health di Boston. I ricercatori hanno preso in esame i campioni di sangue di più di 3200 donne.

Dai risultati è emerso che le donne che presentavano una carenza di vitamina D avevano un rischio superiore al 43% di ammalarsi entro nove anni rispetto invece alle donne, i cui valori di questa vitamina risultavano nella norma. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Neurology. La vitamina D è molto importante per l’organismo umano. In primis è fondamentale per la mineralizzazione di ossa e denti e poi perchè influisce sull'assorbimento intestinale del calcio e del fosforo. In caso di grave carenza, i bambini possono risultare affetti da rachitismo, ovvero l'insufficiente mineralizzazione dei tessuti ossei che porta a uno sviluppo incompleto dello scheletro.