Libero Consorzio

Ragusa, dipendenti ex Provincia: presidio ad oltranza

Attendono certezza di un maggiore finanziamento

Sono riuniti in assemblea permanente i dipendenti del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, in attesa dell'esito dell'incontro di oggi tra il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta e il commissario straordinario Dario Cartabellotta.

I dipendenti della ex Provincia attendono di avere certezza di un maggiore finanziamento nell'ambito dei 21,5 milioni assegnate alle ex province in sede di assestamento di bilancio. Al Libero Consorzio di Ragusa una precedente delibera della giunta di governo ha assegnato appena la somma di 1,3 milioni che non consentirebbe di evitare il dissesto finanziario e quindi di non pagare gli stipendi per i prossimi mesi e di sospendere i servizi. I dipendenti resteranno riuniti in assemblea in maniera permanente ritornando magari ad attuare forme di proteste eclatanti sino a quando la Giunta di Governo non emetterà un provvedimento di stanziamento dei fondi utili a consentire il pareggio di bilancio e la sua approvazione.

I dipendenti dell'ex provincia di Ragusa come si ricorderà venerdì scorso hanno attuato una prima protesta salendo sul tetto della sede centrale e consegnando i certificati elettorali al prefetto di Ragusa.