Immigrazione

Lampedusa, sindaco chiede chiusura hotspot

Rivolge appello al ministero degli Interni

Totò Martello, neosindaco di Lampedusa, commenta su facebook la sua recente proposta di chiudere l'hotspot sull'isola nel Mediterraneo. Attualmente nel centro ci sono 180 tunisini molti dei quali riescono tranquillamente ad aggirare i controlli: bivaccano e vivono per strada.

"Siamo abbandonati – denuncia il sindaco Martello - i bar sono pieni di tunisini che si ubriacano e molestano le donne. Ricevo decine di messaggi di turisti impauriti, gli albergatori, i commercianti e i ristoratori subiscono quotidianamente, non ce la fanno più. Nonostante il centro sia presidiato da polizia, carabinieri e guardia di finanza, i tunisini entrano ed escono come e quando vogliono. Non c'è collaborazione fa parte delle istituzioni - accusa Martello - Siamo soli. C'è un grave problema di ordine pubblico, chiedo l'intervento diretto del ministro degli Interni”.