Benessere

Calvizie, mela annurca contro la caduta dei capelli

Lo studio della Federico II di Napoli

Le mele annurche secondo studi recenti sono un ottimo rimedio contro la perdita di capelli.

E’ quanto si evince da uno studio dell'università Federico II di Napoli condotto sui polifenoli del frutto campano Igp e presto sarà pubblicato sulla rivista internazionale Journal of Medicinal food. L'idea è quella di utilizzare nutraceutici in grado di combattere il diradamento dei capelli e rinfoltire chiome ridotte male, sia negli uomini che nelle donne, dopo alcuni mesi di utilizzo sperimentale, la formulazione in integratori nutraceutici è ora disponibile in tutte le farmacie della Campania e del Lazio ed entro pochi mesi in tutta Italia. Lo annuncia Ettore Novellino, direttore del dipartimento di Farmacia dell'ateneo federiciano che partecipa al Biogem di Avellino alla kermesse scientifica internazionale su Cibo e salute.

Gli studi condotti dal dipartimento di Farmacia dell'università Federico II, hanno evidenziano che le procianidine, una particolare classe di polifenoli contenuti in grandi quantità nelle mele, (in particolare le annurche), opportunamente isolati e concentrati in capsule somministrabili come nutraceutici, non solo sono in grado di abbassare il colesterolo totale e di potenziare in maniera significativa l'espressione della frazione Hdl (gli spazzini delle arterie) protettiva del sistema cardiovascolare nei disordini lipidici, ma agiscono in maniera positiva anche sui capelli bloccando la fase di caduta (Catagen) e allungando la fase di crescita (Anagen) con significativi risultati nel rinfoltimento ottenuto già dopo circa due mesi di assunzione del nutraceutico nella dieta.