Sicurezza

Furti Modica, Prefetto: serve più cautela

Incontro in Prefettura

Nonostante i lusinghieri risultati ottenuti attraverso le numerose operazioni di Polizia, i furti che si continuano a registrare in territorio di Modica non permettono ai cittadini di sentirsi al sicuro.

Alla luce di queste preoccupazioni e con l'obiettivo di dare una risposta concreta al senso di allarme sociale ed alla percezione di insicurezza dei residenti e dei commercianti del territorio cittadino, il Prefetto Maria Carmela Librizzi ha assicurato l’intensificazione dei servizi di prevenzione a carattere generale, di controllo e vigilanza delle aree territoriali, in piena sinergia e collaborazione tra le diverse Forze di Polizia, anche tramite la pianificazione di specifici servizi di vigilanza e controllo, integrati dall’intervento della Polizia Municipale del Comune di Modica.

La decisione è stata assunta nel corso di una apposita riunione al Palazzo del Governo, del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla quale hanno partecipato i Responsabili provinciali delle Forze di Polizia, il Sindaco del Comune di Modica, accompagnato dal Comandante del Corpo della Polizia Municipale del Comune di Modica. In questi giorni purtroppo nuovi furti si erano registrati in abitazioni delle Contrade "Catanese", "Musebbi", "Calicantone", "Michelica" e "Scale Piane". Dai dati esaminati durante l'incontro è emerso però che i numeri su base annua, relativi allo stesso territorio, non indicano sostanziali variazioni in tema di illeciti di natura furtiva, sebbene i residenti lamentino una recrudescenza del fenomeno.

Le Forze dell'Ordine, dal canto loro, hanno illustrato i risultati delle numerose operazioni di polizia svolte di recente, fornendo dati dettagliati in ordine alle molteplici attività contro la criminalità predatoria, mentre l’Amministrazione comunale di Modica ha evidenziato l’incremento dei servizi di pattugliamento della Polizia Locale. Il Prefetto Librizzi ha ribadito l'esigenza di un impegno sinergico delle Istituzioni locali che si traduca in un'attività di informazione e di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza affinché conosca meglio le cautele ed i comportamenti da adottare per prevenire furti, attraverso l'adozione di strumenti di difesa passiva per la tutela dei propri beni.

Anche in questa occasione è stato ribadita l'importanza che i cittadini denuncino i furti subiti e segnalino alle Forze dell’Ordine le situazioni ritenute sospette, così favorendo un senso di comunità sempre più attento, partecipe e solidale.