Comune

Referendum su privatizzazione del cimitero di Comiso

Opposizione chiede la convocazione del Consiglio comunale

Il 31 luglio appena trascorso, la Commissione Speciale sul Referendum ha ultimato i propri lavori, sotto la Presidenza del Consigliere d’opposizione Maria Rita Schembari, la quale interviene, sul punto, assieme al collega Di Trapani: “Come promesso, abbiamo fatto molto in fretta ed abbiamo elaborato una proposta dettagliata e ben definita che, essendo stata il frutto di un proficuo dibattito tra tutte le forze politiche, non necessiterà di chissà quali modifiche ulteriori.

Tuttavia, essendo necessaria l’approvazione definitiva del Consiglio Comunale, ed essendo la proposta di regolamento pronta da quasi un mese, chiediamo al Presidente del Consiglio Comunale di convocare, senza esitazioni, la pubblica assise che dovrà rendere esecutivo il referendum sulla gestione privata del Cimitero!”. Continuano i due capigruppo: “Tutte le forze politiche che approvarono, all’unanimità, la mozione presentata dalle opposizioni consiliari circa l’indizione del referendum sul sistema cimiteriale sono eticamente tenute a rispettare l’impegno pubblicamente preso ed a far si, dunque, che siano i comisani a pronunciarsi!”. E’ quanto richiedono,a gran voce, i due capigruppo d’opposizione in Consiglio Comunale, Maria Rita Schembari ( Comiso Vera) e Dante Di Trapani ( Pdl), “soprattutto dopo che l’Urega ha già individuato il soggetto promotore della gara, circostanza che ci impone di agire con la massima urgenza, prima che sia troppo tardi!”.

“Non vorremmo che queste dilazioni nascondano la volontà di far cadere nel vuoto ogni tentativo di partecipazione democratica della città: gli amministratori ed i Consiglieri di maggioranza vogliono o non vogliono il Referendum? Se si, si dia seguito alla nostra richiesta e si convochi il civico consesso nel giro di qualche giorno, prima che si sia perso tempo inutile e che la situazione diventi irrimediabilmente compromessa!”.