Polizia di Stato

Immigrazione Ragusa, espulsi tre albanesi

Rintracciate nel Comune di Vittoria

Continua l’attività di contrasto all’immigrazione illegale da parte dell'ufficio Immigrazione della Questura di Ragusa, che, il 22 agosto, ha condotto all’espulsione, con accompagnamento alla frontiera, di tre cittadini albanesi, rispettivamente di 27, 28 e 31 anni.

I tre stranieri erano già stati espulsi da altri Stati europei e precisamente dalla Svezia e dalla Danimarca, con divieto di ingresso sino al 2020 in tutti gli Stati appartenenti all’area Schengen. Lo scorso 21 agosto, le tre persone sono state rintracciate nel Comune di Vittoria e, a seguito degli accertamenti presso le banche dati in uso alle Forze di Polizia, è emersa a loro carico la segnalazione di inammissibilità anzidetta. Quindi, segnalata la loro posizione di irregolarità sul T.N., il Prefetto di Ragusa ha emesso i relativi provvedimenti di espulsione ai quali è stata data immediata esecuzione attraverso l’accompagnamento alla frontiera di Brindisi. L’accompagnamento dei tre albanesi è avvenuto in forza di appositi decreti emessi dal Questore di Ragusa, previa convalida dell’Autorità Giudiziaria.

L’attività di contrasto al fenomeno dell’immigrazione illegale nel territorio della provincia iblea ha condotto, dall’inizio dell’anno ad oggi, all’emissione di 144 espulsioni dal territorio nazionale, risultati ottenuti grazie all’impegno profuso dalla Polizia di Stato e da tutte le altre forze di polizia presenti sul territorio, nell’attività di rintraccio dei cittadini stranieri irregolari.