Animali

Scicli, il granchio fantasma nella spiaggia di Bruca ed Arizza

Esce di notte

Il granchio “fantasma” approda nella spiaggia di Bruca ed Arizza? Dalle caratteristiche immortalate in alcune foto e in un video sembrerebbe proprio di sì.

Il raro esemplare conosciuto come Ocypode Cursor, è una specie sub-tropicale, presente da tempo immemore nelle spiagge siriane, cipriote, greche e lungo le spiagge dell’Atlantico tropicale. Alcuni esemplari sono stati individuati e fotografati, lo scorso anno, in altre spiagge siciliane e in particolare nel lido Fiori a Menfi in provincia di Agrigento e nella riserva Naturale di Torre Salsa. Il Granchio fantasma, come viene comunemente chiamato per il suo colore e per il fatto che esce allo scoperto soprattutto dal tramonto alla notte, è un granchio predatore e carnivoro.

Si nutre di grossi insetti, residui di cibo, carcasse di animali e di pesci, giungendo a predare anche lucertole e nidiacei caduti dai nidi. Naturalmente mangia pesci e molluschi spiaggiati e i piccoli delle tartarughe caretta-caretta che trascina nella profonde tane che si è scava nella sabbia lontano dalla battigia e in prossimità delle Dune. Nella spiaggia della costa sciclitana il raro esemplare è diventato un’attrattiva per grandi e piccini. (Nella foto un esemplare morto trovato da un bambino)