Mare

Agrigento, costa come discarica

La denuncia di Mareamico

''Nonostante le raccomandazioni del Prefetto e del Questore di Agrigento e nonostante l'ordinanza del sindaco, che avrebbe dovuto impedire il montaggio di tende e di gazebo e l'accensione dei fuochi in spiaggia, migliaia di giovani agrigentini hanno trasgredito queste prescrizioni''.

Lo denuncia l'associazione ambientalista Mareamico che documenta con fotografie la costa agrigentina trasformata in discarica dopo la notte scorsa. ''Da Maddalusa fino a Punta bianca si è registrata l'occupazione abusiva del demanio pubblico - aggiunge - e da questa mattina la ditta incaricata ha iniziato a raccogliere tonnellate di spazzatura abbandonata in spiaggia dagli incivili di turno. Negli scorsi anni con il servizio di volontariato eravamo riusciti a bloccare questa assurda e troglodita abitudine che maltratta le nostre spiagge, i boschetti e l'ambiente''.