Guardia di Finanza

Torino, sequestrate auto di lusso di contrabbando

Con targhe svizzere, moldave e libanesi

Compravano auto di lusso in Paesi al di fuori dell'Unione europea aggirando le norme sull'ammissione nel territorio italiano è una forma di contrabbando.

Ne sanno qualcosa i cittadini piemontesi e lombardi che nell'ultimo mese si sono visti sequestrare la vettura dalla guardia di finanza: i militari del Gruppo Torino, durante una serie di servizi di controllo, hanno preso in consegna hanno sequestrato otto mezzi con targhe svizzere, moldave e libanesi (fra cui una Porsche Carrera 4) e irrogato sanzioni per più di trentamila euro. "Queste modalità di acquisto - spiegano al comando - permettono di risparmiare sul bollo, sull'assicurazione, sui diritti doganali. Per le autorità è anche più complicato procedere al recupero e alla riscossione delle multe. Ma per gli automobilisti non è un buon affare.

Senza le autorizzazioni doganali e delle condizioni necessarie per l'ammissione temporanea, il veicolo immatricolato in un Paese extra-Ue risulta di contrabbando. Con tutte le conseguenze che ne derivano".