Comune

Ragusa, saltano assunzioni Polizia Municipale?

La denuncia di Morando

“Una vicenda paradossale, kafkiana se vogliamo. Rispetto alla quale sono necessari chiarimenti urgenti. Per comprendere di chi sono le responsabilità”. Così il consigliere comunale del Movimento Civico Ibleo, Gianluca Morando, a proposito della mancata firma degli agenti di polizia municipale stagionale che oggi sarebbero dovuti entrare in servizio.

“E invece, non si capisce bene per quale motivo – continua Morando – nonostante gli strumenti finanziari siano stati approvati in tempo utile e nonostante le variazioni di bilancio siano state esitate dal civico consesso, non è stato possibile, a quanto pare per la mancata predisposizione di adempimenti specifici da parte dell’amministrazione comunale, procedere nella direzione pianificata e programmata, vale a dire l’attivazione del servizio a supporto della polizia municipale di casa nostra durante il periodo estivo, quindi quando c’è maggior bisogno registrandosi una notevole presenza di visitatori e di turisti soprattutto nelle località vacanziere.

Inutile aggiungere – prosegue Morando – che si tratta dell’ennesima gestione approssimativa, da parte di questa amministrazione comunale, rispetto a vicende che, invece, meriterebbero la massima attenzione. Vorremmo comprendere, adesso, in che modo la giunta Piccitto cercherà di rimediare visto che la questione è estremamente seria ed è opportuno che possa essere risolta nella maniera migliore. Vuol dire che quest’anno i vigili stagionali salteranno? Noi, ovviamente, speriamo di no. Per la nostra città sarebbe davvero una disdetta nel momento in cui c’è la necessità di potere contare su un servizio d’ordine all’altezza della situazione anche e soprattutto dal punto di vista numerico”.

Morando aggiunge che “proprio nella serata dell’approvazione degli strumenti finanziari alcuni consiglieri di opposizione avevamo dichiarato che l’atto era incompleto. Chiediamo che, sulla questione, il sindaco Piccitto possa prendere una posizione politica. Vorremmo capire che cosa ha da dire”.