Auto

A settembre l'Autogiro a Ragusa

Iscrizioni chiuse

Dice l’adagio: squadra che vince non si cambia. Ed è stata ancora la stessa squadra, infatti, a promuovere la XXII edizione dell’Autogiro della provincia di Ragusa che già ora, a poco più di un mese da quando è in programma l’attesa kermesse, fa registrare il tutto esaurito per quanto riguarda la disponibilità alberghiera.

Segno evidente di un’attenzione sempre crescente nei confronti dell’iniziativa promossa dal Veteran Car Club Ibleo. E dopo il successo ottenuto con la scorsa edizione, anche quest’anno le giornate che caratterizzeranno la competizione di regolarità classica secondo i dettami dell’Asi, l’Automotoclub storico italiano, saranno quattro e non più tre come accadeva un tempo. La scelta voluta dal direttivo del Veteran è stata presa per rendere ancora più coinvolgente l’appuntamento che si terrà lungo le strade dell’area iblea. In primo piano, dunque, la passione, quella vera, per pistoni e carburatori, bielle e cilindri. Un battito emozionale che si farà sentire sulle strade della provincia di Ragusa in occasione di un appuntamento che, con il passare degli anni, acquisisce sempre maggiore fascino.

Le strade dell’area iblea, dal 7 al 10 settembre, vedranno sfrecciare i bolidi e le utilitarie che hanno segnato un’epoca. Le protagoniste saranno quelle auto che si daranno battaglia, con i rispettivi equipaggi, per prevalere l’una sull’altra. Le varie giornate, infatti, saranno caratterizzate dalla manifestazione internazionale di regolarità per auto storiche, con varie prove di abilità. Anche stavolta è prevista la partecipazione di numerosi appassionati provenienti da tutta Italia. Segno indiscutibile del fatto che le otto “Manovella d’oro” ottenute dal Veteran Car Club Ibleo, il riconoscimento concesso ogni anno dalla rivista italiana più prestigiosa di auto storiche per l’organizzazione di competizioni impeccabili sotto tutti i punti di vista, sono diventate un prestigioso biglietto da visita per quanti intendono immergersi nell’atmosfera dell’area iblea a bordo di una vettura d’altri tempi.

Qualche cenno storico sul Veteran fondato il 6 febbraio del 1991 su iniziativa di un gruppo di appassionati. E’ riconosciuto dall’Automotoclub storico italiano e continua a portare avanti la propria scommessa, quella della valorizzazione dei veicoli d’epoca mediante raduni, manifestazioni di regolarità e mostre, in maniera ineccepibile. L’Autogiro si propone di fare ammirare agli equipaggi provenienti da varie parti della penisola la bellezza e le peculiarità di un territorio, quello ragusano, che, da qualche tempo ormai, viene giustamente celebrato in tutto il mondo.