Viabilità

Metrosuperficie a Ragusa, incontro con rete Ferroviaria Italiana

Il sindaco riferisce dell'incontro

E’ abitudine di questo giornale ascoltare su qualsiasi vicenda le varie campane. Dopo aver pubblicato la nota del segretario dell’unione comunale del Pd di Ragusa, Peppe Calabrese, in merito ai passi avanti compiuti sulla vicenda della realizzazione delle metropolitana di superficie a Ragusa, diamo ora la parola al sindaco della città, Federico Piccitto, sull’esito dell’incontro con Rete Ferroviaria Italiana che lo ha visto protagonista istituzionale.

Incontro “molto proficuo” a detta del primo cittadino, che era accompagnato dal dirigente comunale Michele Scarpulla, quello con l’ amministratore delegato e direttore generale di RFI Maurizio Gentile. Piccitto ricorda che si tratta di “un intervento finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e inserito nella delibera CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) avente per oggetto “Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014 - 2020. Assegnazione di risorse al Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno 2017”.

Il primo cittadino ragusano riporta che “l’ing. Gentile ha assicurato che quanto prima sarà avviato uno studio di fattibilità e di dettaglio per la realizzazione dell’opera di mobilità alternativa” e si dice soddisfatto perché “con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della delibera Cipe che dà alla città di Ragusa certezza delle risorse economiche stanziate per la realizzazione della metropolitana di superficie, opera strategica di riqualificazione urbana in tema di mobilità alternativa, e la disponibilità che abbiamo potuto riscontrare da parte dei vertici di RFI, possiamo dare seguito all’iter amministrativo e progettuale che diverrà definitivo dopo le convenzioni che il Comune di Ragusa firmerà, già il prossimo autunno, con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e con Rete Ferroviaria Italiana”. (da.di.)