Polizia di Stato

Ragusa, 354 migranti a Pozzallo: fermati 3 scafisti

In fase di trasferimento nelle strutture individuate da Prefettura

La Polizia di Stato è ancora impegnata a gestire il trasferimento dei 354 migranti, giunti al porto di Pozzallo, in queste ultime ore presso le strutture individuate sul territorio nazionale dalla Prefettura di Ragusa. Durante le operazioni di sbarco sono stati individuati tre scafisti di cui uno minorenne.

I migranti provenienti dal centro Africa sono stati ospitati presso l’Hot Spot di Pozzallo per essere visitati, identificati e trasferiti in altri centri. Gli uomini della Polizia di Stato - Squadra Mobile Questura di Ragusa - con la partecipazione di un’aliquota della Guardia di Finanza ed una dei Carabinieri, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto 3 scafisti a distanza di 12 ore dall’approdo della nave. Le indagini sono state celeri ed hanno portato un risultato positivo su tutti e tre gli eventi SAR. Anche in questa occasione, la Polizia ha suddiviso gli investigatori in tre team, assicurando alla giustizia gli scafisti.

Una delle indagini avviate ha permesso di individuare uno scafista minorenne che si era posto al comando del gommone previo accordo con gli organizzatori libici. Risulta sempre fondamentale il lavoro degli interpreti, i quali permettono l’escussione di tutti i migranti, testimoni di quanto accaduto durante la traversata. Gravissimi i rischi corsi dai migranti anche in questa occasione, difatti pur di partire, vengono stipati a centinaia su natanti non idonei al trasporto di un numero così elevato di persone. Al termine delle indagini, gli scafisti maggiorenni sono stati associati presso la casa circondariale di Ragusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria iblea competente territorialmente, mentre il minore è stato condotto a Catania a disposizione della Procure per i Minorenni.

Nel 2017 sono 62 gli scafisti fermati in provincia di Ragusa. Lo scorso anno sono stati arrestati 200 scafisti dalla Polizia Giudiziaria. Inoltre, sono in corso numerose attività in collaborazione con le altre Squadre Mobili siciliane della Polizia di Stato (coordinate dal Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine) al fine di permettere scambi informativi utili per gestire indagini sul traffico di migranti dalle coste straniere a quelle Italiane. Nel 2017 presso l’Hot Spot di Pozzallo hanno già fatto ingresso 9.203 in occasione di 25 approdi; nel 2016 erano arrivati 18.488 migranti in occasione di 56 sbarchi.