Festival

Tango argentino al DanzArt di Ragusa Ibla

Direzione artistica di Cetty Schembari

La passionalità del tango argentino, una poesia d’amore scritta con i versi della musica, nel bellissimo scenario della magica Ragusa Ibla. Con la classe, l’eleganza, il pathos di un tanghero stretto alla sua donna sabato 22 luglio, alle ore 21.30, si apre la terza stagione di “DanzArt Festival”, la celebrazione dell’arte coreutica incastonata nella perla barocca del quartiere ibleo, con la direzione artistica di Cetty Schembari.

Ospiti di questa edizione, come sempre, i grandi nomi della musica internazionale, da Stephane Fournial a Diana Ferrara, da Soimita Lupu, a Julia Spiesser a Michele Merola, solo per citarne alcuni, che fino al 3 agosto faranno di Ragusa Ibla il centro della danza mondiale, in tutte le sue discipline. Sabato nell’atmosfera raffinata dei Giardini Iblei a dare il via al programma un grande spettacolo dedicato alla danza argentina, con i Maestri Angelo e Donatella Grasso in una coinvolgente “Milonga del Corazon”, accompagnati dalle raffinate selezioni musicali di MicMac musicalizador. I tangheri di tutta la Sicilia e oltre si daranno appuntamento a Ragusa Ibla in un abbraccio unico al ritmo della musica del cuore e del sentimento.

Già per la sua prima serata, la terza edizione di DanzArt ospita due grandi artisti, Angelo e Donatella Grasso, interpreti raffinati e apprezzati dalla carriera internazionale, che hanno realizzato la prestigiosa Accademia di Tango a Catania, ProyectoTango, ormai divenuta un polo di riferimento in tutta la regione. Domenica, l’eccellenza della danza avrà invece il suo interprete nella compagnia “Spellbound Contemporary Ballet”, fondata dal coreografo Mauro Astolfi, i cui ballerini esprimono una ricca progettualità artistica, unita ad una visione dinamica ed in forte relazione con il territorio sia locale che internazionale. La Compagnia porterà a “DanzArt Festival”, sempre all’interno dei Giardini Iblei, uno spettacolo intenso tratto da due grandi successi: “Small Crime” e “Lost for words – L’invasione delle parole vuote”, due produzione Spellbound.

“Small Crime”, un “piccolo crimine”, come quello che accade quando si cerca con la forza, qualsiasi tipo di forza, di entrare nella vita di una persona. Un “piccolo crimine”, come quello che accade quando chi è stato rifiutato in un particolare momento della vita cerca poi vendetta, ignorando, e non riconoscendo, la stessa persona che poco tempo prima era il centro dei nostri pensieri. “Lost for words” è invece un’analisi della comunicazione priva di parole che vibrante cerca di prendere coscienza di sé, di un corpo di fronte a parole vuote. Uno spettacolo nel quale la danza lancerà spunti di riflessione, in un intreccio di passi, musica, gesti, secondo il modello seguito dalla Compagnia alla continua ricerca di una creatività totalizzante, artistica, gestuale e progettuale.

“DanzArt Festival” riprenderà poi giovedì 27 luglio, in piazza Odierna a Ragusa Ibla, alle ore 21.30, con il racconto danzato “Il flauto magico”, del coreografo Paolo Arcangeli con le scenografie di Emanuele Luzzati. Ma oltre agli spettacoli, la manifestazione ospiterà anche mostre dedicate alla danza e iniziative di promozione del territorio, oltre ovviamente al momento tanto atteso del Concorso DanzArt dedicato alle varie tecniche coreutiche, sabato 29 luglio, alle ore 21.00, e al Galà di mercoledì 2 agosto, alle ore 20.00, sempre in piazza Hodierna, a cui sarà abbinata la tappa in Sicilia del primo concorso itinerante Danzasì per accedere alle nazionali a Roma. Biglietto di ingresso per gli spettacoli di sabato 22 e domenica 23 luglio è di 10 euro.