Aiom

Fumo tra le cause del tumore alla vescica: i sintomi

Il sondaggio dell'associazione italiana di Oncologia medica

Ogni anno 26.600 persone vengono colpite da un tumore alla vescica. In Italia, secondo un sondaggio dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom), il 37% non ne ha mai sentito parlare, per il 68% è inguaribile e il 78% non sa che si può prevenire.

Il 52% ignora che interessa soprattutto gli uomini e solo il 23% considera il fumo possibile causa. Il sondaggio condotto su 1.562 persone fa parte della campagna di sensibilizzazione sul tumore uroteliale ‘Non avere TUTimore’. Il fumo è tra le cause principali del tumore alla vescica. Gli esperti elencano alcuni sintomi che presupporre la presenza del tumore ovvero la presenza di sangue nelle urine, visibile a occhio nudo o solo al microscopio, senza dolore. Altri sintomi iniziali possono essere la necessità di urinare più frequentemente, l’urgenza, il dolore o la difficoltà nel farlo.

“Sette italiani su dieci non sanno che attraverso stili di vita sani è possibile evitare il cancro – afferma Carmine Pinto, Presidente Aiom – il 24% fuma regolarmente e la metà almeno un pacchetto al giorno.