Salute

Stop al telefonino in vacanza? Ecco come fare

I consigli dell'esperto

Per liberarsi dalla dipendenza della tecnologia e del telefonino durante le ferie basta seguire alcuni consigli. Ad elencarli è Bernardo Carpiniello, presidente della Società italiana di psichiatria.

Lo specialista spiega che innanzitutto serve una valida motivazione che deve nascere dalla consapevolezza di quanto tempo trascorriamo sui telefonini e che può essere impiegato in attività anche più gratificanti, come un paio d'ore in palestra o una mattinata in spiaggia. Consiglio che vale soprattutto per i ragazzi, sottolinea, che non hanno bisogno di divieti ma di alternative valide. Poi bisogna far sparire il cellulare che ormai ha sostituito in toto la macchina fotografica e la bussola. Naturalmente queste privazioni non devono accadere in maniera drastica.

Si può cominciare con l’imporsi di qualche regola di utilizzo quotidiano, ad esempio con la scelta di alcuni orari in cui concedersi i momenti 'social' e sullo schermo. Niente telefono sul comodino. Preservare le ore di sonno, soprattutto in vacanza, è un 'must'. "Da una certa ora in poi di notte sarebbe bene spegnere il cellulare e riaccenderlo solo al mattino, magari dopo aver fatto colazione. Un altro consiglio è tornare a usare una sveglia tradizionale: impostarla sul telefonino vuol dire trasformarlo nel primo oggetto che si prende in mano al mattino e nell'ultimo che si tocca la sera. No al cellulare sulla tavola.