Festival

Le arti di strada a Monterosso Almo

IL 22 luglio in piazza San Giovanni

Ci sono posti che bisogna vedere almeno una volta nella vita. Luoghi che sembrano usciti da un libro delle favole. Borghi che non a caso sono stati definiti tra i più belli d’Italia.

Se poi succede che la visita cade proprio in un sabato di luglio in cui l’animazione della cittadina è alle stelle perché è in corso il festival delle arti di strada, allora la fortuna vi ha assistito. E’ senza dubbio uno dei momenti più felici dell’anno per visitare Monterosso Almo. Questa favorevole contingenza si ripeterà tra poco. Infatti, sabato 22 luglio, a partire dalle 21, sarà ancora una volta il tempo di “Meraviglia!”, la kermesse che, giunta alla terza edizione, continua ancora a fare parlare di sé e che, anche quest’anno, si propone di stupire il numeroso pubblico che arriverà dai comuni vicini ma anche da fuori provincia.

Gli spettacoli avranno per cornice uno scenario suggestivo: il sagrato della chiesa di San Giovanni e la piazza omonima che si propongono come una quinta di straordinaria bellezza. E poi saranno loro, i buskers, con le loro evoluzioni, ad attirare l’attenzione dei presenti: dai giochi con il fuoco alle acrobazie, dalle giocolerie alle evoluzioni sul filo. Ce ne sarà per tutti i gusti e, in attesa che il programma ufficiale sia pubblicato, già si annunciano tutta una serie di novità che non mancheranno di suscitare l’attenzione degli appassionati.

“Abbiamo un gruppo di persone – dice l’arciprete don Marco Diara, che organizza l’evento – che non manca mai di essere presente, sono gli habitué, coloro che amano questo tipo di esibizioni e che non mancherebbero mai per nulla al mondo. Sono persone che arrivano da ogni parte del nostro territorio provinciale e che ci tengono ad essere tra il pubblico, possibilmente in prima fila. Anche quest’anno siamo pronti ad assistere a una serie di esibizioni di grande spessore che ci faranno trascorrere un’intera serata all’insegna della massima spensieratezza. E, naturalmente, ci saranno pure i ragazzini del Grest pronti a divertirsi e ad applaudire tutti gli artisti di strada che si esibiranno”.