Comune

Idee per Ragusa appoggia Consorzio Dop Ibleo

Interviene Ciccio Barone

Ho trovato immediato riscontro nella politica l’appello lanciato da Peppino Arezzo, presidente del consorzio Dop Monti Iblei di entrare a far parte del tavolo tecnico per la nuova perimetrazione del Parco degli Iblei. Infatti, a tamburo battente il gruppo Idee per Ragusa, che fa riferimento a Ciccio barone, ex assessore delle giunte Dipasquale, si schiera a favore della “sensata e fondata istanza proveniente dal consorzio Dop Monti Iblei di inserire anche i consorzi Dop e Igp del territorio in seno al tavolo tecnico chiamato ad occuparsi delle procedure di nuova perimetrazione del Parco degli Iblei.

Ecco perché appoggiamo tali istanze e chiediamo al commissario straordinario del Libero consorzio comunale, Dario Cartabellotta, in qualità di responsabile del tavolo tecnico in questione, di accogliere le legittime richieste provenienti dagli enti consortili di tutela delle imprese che si occupano delle suddette eccellenze”. E Ciccio barone così prosegue “anche noi di Idee per Ragusa sollecitiamo Cartabellotta ad avviare tutti i percorsi che si renderanno necessari per fornire ai consorzi Dop e Igp l’opportunità di partecipare a questa importante fase di raccordo delle procedure che deve mettere le realtà interessate nelle condizioni di potere fornire il proprio utile contributo”.

Avviandosi alla conclusione Barone si dice “d’accordo con Arezzo anche quando sostiene che il Parco non deve essere vissuto come un limite perché si teme che possa ingessare il territorio. Anzi, chi ha dichiarato questo, in passato, lo ha fatto per motivi politici personali che, però, gli si sono evidentemente ritorti contro. A noi, comunque, questo aspetto non interessa più di tanto perché ci preme, piuttosto, che in questa fase possano essere tutelate, nella maniera migliore, le realtà imprenditoriali che, associate ai vari consorzi Dop e Igp, forniscono il proprio sostanziale contributo finalizzato ad esaltare nella maniera migliore le produzioni di qualità che l’area iblea è in grado di esprimere. Sul piano prettamente politico, come Idee per Ragusa vigileremo affinché questo percorso, così come prefigurato, possa trovare piena attuazione”. (da.di.)