Sanità

Ragusa, Asp potenzia attività chirurgica oncologia

Al Maria Paternò Arezzo e al Maggiore

Un incontro per dare risposta alla segnalazione di alcune decine di pazienti in attesa di essere operati per una malattia ocologica. E' quello tenutosi giovedì pomeriggio all'Asp di Ragusa. A chiedere l'incontro è stata la direzione sanitaria aziendale, guidata dal dottore Giuseppe Drago, insieme al direttore generale Maurizio Aricò. Presenti i primari di anestesia e rianimazione Rabito, Trombadore e La Tona, i chirurghi Curto e Di Mauro, i direttori medici di presidio Bonomo e Cappello.

Grazie alla grande disponibilità di tutti i partecipanti si è deciso di potenziare la attività chirurgica con cinque sedute settimanali all’ospedale Arezzo e tre sedute settimanali all’ospedale Maggiore di Modica. Tali sedute, attive da lunedì 9 luglio, saranno aggiuntive, a quelle ordinarie, e dedicate esclusivamente ai pazienti oncologici in attesa di intervento. “Sono orgoglioso della sensibilità e disponibilità di questi chirurghi e anestesisti - commenta il direttore generale Aricò - che, nonostante la grave carenza di anestesisti che tuttora si registra anche nella nostra Azienda, e le difficoltà del periodo estivo durante cui, solitamente, si riduce la attività per consentire le ferie ordinarie, hanno immediatamente accettato la proposta della Direzione di sobbarcarsi questa attività aggiuntiva, almeno fino alla completa risposta alle esigenze dei pazienti oncologici che avrebbero altrimenti rischiato un rallentamento nel percorso di cura.

Un grazie di cuore a questi professionisti sensibili e dedicati. Ai pazienti la rassicurazione che ci stiamo tempestivamente occupando della loro cura”.