Tumori

E' morto Geerd Hamer, il medico nemico della chemioterapia

Pensava di curare i tumori con la psiche

E’ morto, Ryke Geerd Hamer, il medico nemico della chemioterapia. Hamer è stato radiato dall'ordine pensava di curare i tumori con la psiche. L'uomo, riporta il quotidiano austriaco derStandard, è scomparso in Norvegia a 82 anni lo scorso 2 luglio per una malattia cerebrale.

L'ex medico tedesco ha elaborato la sua 'Nuova Medicina Germanica' alla fine degli anni '70, dopo la morte del figlio in un incidente di caccia che coinvolse anche Vittorio Emanuele di Savoia. L'anno successivo Hamer ebbe un tumore al testicolo, da lui attribuito al trauma, da cui guari' dopo un intervento chirurgico che pero' defini' 'una scelta sbagliata', affermando che la guarigione era invece dovuta alla risoluzione del conflitto interiore. "Il presupposto, indimostrato, e' che il tumore sia il frutto di un conflitto psichico - scrive a proposito del 'metodo Hamer' il sito dell'Airc -. Oltre a essere infondati, i principi del metodo negano tutto quello che e' stato scientificamente dimostrato sul funzionamento dell'organismo sano e di quello malato.

La sua "Nuova medicina germanica" si chiama cosi' perche' rappresenta, secondo lui, un'alternativa "germanica" alla medicina clinica ufficiale, che farebbe parte di una cospirazione ebraica per decimare i non ebrei".