Sanità

Tre ospedali di Ragusa: attivi sulla carta e fruibili in parte

La denuncia del deputato Giorgio Assenza

“Bisogna intervenire immediatamente per evitare che la situazione, già quasi del tutto fuori controllo, sfugga completamente di mano mettendo a rischio la salute dei cittadini dell’intera provincia. Occorre ripristinare da subito la piena funzionalità degli ospedali, Civile e Maria Paternò Arezzo, in attesa di rendere operativo il nuovo.

A seguito della mancata apertura del Giovanni Paolo II, prevista per lo scorso 26 giugno, si è venuta a creare una situazione disastrosa, non solo per la città di Ragusa, ma per l’intera provincia. I tre ospedali del ragusano, sulla carta attivi, non risultano fruibili al 100%, coinvolgendo in questa situazione paradossale il resto della provincia. Come se non bastasse, a questa situazione già deficitaria, si è aggiunta pure quella di Vittoria dove, a causa del trasferimento di alcuni medici, non è possibile effettuare risonanze magnetiche, se non per i casi più gravi, bloccando le già eterne liste di attesa”, così il deputato ibleo, Giorgio Assenza, chiedendo un intervento immediato al Presidente della Regione e all’Assessore alla Salute.