Social

Facebook contro le fake news: arrivano penalizzazioni

Scattano i controlli dei link condivisi

Per identificare le fake news e gli spam nei feed degli utenti il social Facebook ha modificato il suo News Feed cambiando l’agoritmo. Facebook afferma che gli utenti che pubblicano moltissimo, cioè 50 volte e più al giorno, condividono molto spesso post che la società considera spam o false notizie.

Così ora Facebook sta per identificare i collegamenti che questi utenti condividono per ridurre la loro distribuzione all’interno del social network. Questo significa che i link condivisi dagli utenti che li inviano ininterrottamente non riceveranno il tipo di visibilità che hanno sempre avuto, anche se i link arrivano da una pagina affidabile. Il responsabile di Facebook ha affermato che questi collegamenti condivisi spesso sono in realtà del tipo “click-bait” o comunque creati in maniera tale da attirare i click degli utenti. Trattasi di un segnale molto forte per identificare un vasto range di contenuti problematici. Questo aggiornamento è uno dei tanti cambiamenti che Facebook ha fatto negli ultimi sei mesi per cercare di ridurre i contenuti falsi nel News Feed.

La lotta contro le cosiddette “fake news” è diventata una priorità per Facebook dopo le elezioni presidenziali americane, e molti credono che le false notizie su Facebook abbiano contribuito a giocare un ruolo importante nell’elezione di Trump. Questa modifica non dovrebbe avere effetti sugli editori dice Mosseri. Facebook sta tenendo sotto controllo solo i link condivisi da individui che pubblicano più di 50 volte al giorno, non le Pagine che pubblicano spesso.