Auto

Slalom Città di Castelbuono

Nel cuore delle Madonie

I motori sono tornati nel pomeriggio ad accendersi ed a far udire il loro rombo inconfondibile nel cuore delle Madonie, autentico “Tempio” delle corse automobilistiche. Una giornata incredibilmente cupa ed a tratti umida e piovosa (tenuto conto delle condizioni meteo “africane” nelle ultime ore precedenti in Sicilia) ha fatto comunque da affascinante cornice, nel pregevole scenario di piazza Margherita, alle canoniche operazioni di verifica tecnica e sportiva per i 64 concorrenti e per le rispettive vetture, ammesse al 9° Slalom Città di Castelbuono, sesta prova stagionale per la Coppa Aci Sport sesta zona, ottavo “round” 2017 per il Cas, Campionato automobilistico siciliano Aci Sport Slalom e terza tappa per lo Challenge Palikè 2017. Il 9° Slalom Città di Castelbuono celebrerà il suo epilogo nella giornata di oggi, domenica 2 luglio, lungo la strada statale 286.

Lo start sarà localizzato all’altezza di contrada Fiumara, proprio alle porte dell’abitato di Castelbuono, a partire dal km 9+800, l’arrivo è individuato di contro nei pressi di via Mazzini, all’ingresso del paese, di fronte al locale Istituto agrario, ad un centinaio di metri dallo stadio comunale. Il cronometro, per le tre manche agonistiche che decideranno le sorti sportive dei 64 piloti verificati ed interpreti del tracciato di gara, verrà attivato alle 9.00 dal direttore di gara, il palermitano Marco Cascino. Non è prevista ricognizione del percorso, chiuso al transito veicolare dalle ore 7.00 di oggi.

Al culmine delle tre salite di gara verranno poi stilate le classifiche definitive, inerenti l’ambito assoluto, di gruppo e di classe. A promuovere il 9° Slalom Città di Castelbuono è il Team Palikè Palermo, in collaborazione con il locale Motor Sport Club Castelbuono, il patrocinio del Comune di Castelbuono e l’appoggio della Presidenza della Regione Siciliana e dell’Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo, entrambi in seno alla Regione siciliana. Si preannuncia una sfida a quattro per la supremazia assoluta, battaglia sportiva che vedrà in prima fila il trapanese Giuseppe Castiglione (Radical SR4 Suzuki, Armanno Corse), il catanese Mimmo Polizzi (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki, Catania Corse), l’under 23 messinese Emanuele Schillace (Radical SR4 a motore Suzuki, Tm Racing Messina) e l’altro giovane trapanese Giuseppe Virgilio (anche lui sul modello SR4 Suzuki della Radical ed anch’egli alfiere Tm Racing).

“Siamo reduci da una settimana di intenso lavoro sulla nostra Radical - rivela Castiglione, due volte campione siciliano Slalom 2015 e 2016 e vincitore qui a Castelbuono nelle ultime tre edizioni di fila – mio papà Giovanni, di comune accordo con Alberto Santoro (proprietario della biposto britannica, ndr.) ha agito in qualità di preparatore soprattutto sull’assetto della vettura, ma anche sul propulsore 1600 c.c. e sulla centralina elettronica. La nostra presenza a Castelbuono servirà anche a testare la Radical in vista del prossimo appuntamento di Campionato italiano Slalom, la Lugagnano-Vernasca, prevista nel Piacentino il prossimo 23 luglio”. “Se mi considero favorito, qui a Castelbuono? – si schernisce Giuseppe Castiglione – assolutamente no, ci sono almeno altri tre o quattro avversari in grado di poter vincere la gara, sarà una bella lotta”.

Anche Emanuele Schillace sprizza entusiasmo da tutti i pori: “Il tracciato mi soddisfa, è veloce quanto basta – ammette il giovane “figlio d’arte” messinese, recente vincitore due settimane addietro del 4° Slalom Sciacca Terme – domani la differenza la farà il pilota che riuscirà ad andare più forte dentro i birilli, ci sono infatti parecchie postazioni. Sono carico a mille. Prima della gara vinta a Sciacca, con il mio team abbiamo effettuato alcune modifiche al set-up della Radical SR4, modifiche poi rivelatasi sin da subito azzeccate e vincenti. Speriamo di poterci confermare qui a Castelbuono. Ripeto, chi sarà più bravo ad inserirsi tra i birilli avrà buone chance di successo”. Tutti i cosiddetti “big” hanno verificato. Unico assente di un certo rilievo l’agrigentino (di Sciacca) Nino Di Matteo, con la Formula Gloria C8F Suzuki.

Il 9° Slalom Città di Castelbuono è abbinato da quest’anno ai due Memorial “Pietro Antista” ed “Enzo Capuana”, grandi appassionati locali degli sport motoristici, rispettivamente collaboratore del Motor Sport Club Castelbuono e uno tra i soci fondatori del Ferrari Club Castelbuono, entrambi scomparsi nel corso di questi primi mesi del 2017. La cerimonia di premiazione, coordinata dal Team Palikè e dal Motor Sport Club Castelbuono, si terrà sempre oggi dopo le 15.30 (e comunque ad apertura di parco chiuso, allestito nella via Mazzini, a 200 metri dallo striscione d’arrivo), in piazza Margherita.