Vigili del fuoco

Incendio in deposito di lana sulla Comiso-Chiaramonte

Tre squadre e quattro autobotti

Tre squadre operativa del Comando provinciale dei Vigili del fuoco, ieri mattina, con al seguito le quattro autobotti disponibili sono state impegnate per diverse ora per circoscrivere l’incendio sviluppatosi all’interno di un capannone lungo la strada provinciale Comiso-Chiaramonte dove era depositata lana tosata.

Il personale vigilfuoco ha avviato l’opera di raffreddamento finalizzata ad evitare che l’incendio si propagasse dal capannone in struttura metallica al capannone comunicante in latero-cemento anche con l’ausilio di un mezzo meccanico con il quale è stata avviata una accurata opera di rimozione di alcune balle, l’incendio è stato circoscritto ai materiali depositati nel primo capannone. Con il mezzo meccanico e poi proseguita l’opera di smassamento. Ancora in queste ore i vigili del fuoco si trovano nello stabilimento per operare lo spegnimento di ogni focolaio d’incendio.

Nel corso della giornata di ieri si è fatto fronte anche alle richieste di intervento per vari incendi di sterpaglie nel territorio provinciale. Alle 1.00 circa di oggi è stato segnalato un incendio in contrada Billona a Comiso, prontamente la sala operativa ha dirottato verso al segheria di imballaggi per prodotti orticola la squadra del distaccamento di Vittoria che era diretta a Comiso per altro intervento. Già prima di arrivare in sito il capo squadro visto il bagliore delle fiamme ha richiesto l’invio di altri uomini e mezzi intervenuti da tutte le sedi provinciali. (7 mezzi- 20 uomini) La squadra del distaccamento di Santa Croce Camerina, le autobotti di Vittoria- Modica e Ragusa, una squadra della sede Centrale oltre la autoscala.

La tipologia del materiale combustibile peraltro depositato all’aperto sotto tettoria, hanno determinato una rapida generalizzata estensione dell’incendio. Personale Vigilfuoco ha circoscritto le fiamme all’interno dell’opificio, e sta ancora operando in sito per avere ragione delle fiamme. Per il rifornimento idrico sono intervenute anche due autobotti messe a disposizione dal Comune di Comiso. Sul posto gli agenti della Polizia di Stato di Comiso.