Tradizione

A Chiaramonte Gulfi è festa per San Giovanni Battista

Alle 11 nella chiesa commendale la celebrazione del Vescovo

Oggi è giorno di festa a Chiaramonte Gulfi. Sarà celebrata la solennità di San Giovanni Battista, protettore del centro montano. Un momento molto atteso da tutta la comunità dei fedeli. E, più in generale, dall’intera collettività.

Il programma è molto ricco di appuntamenti. Alle 6 il festoso scampanio risuonerà per l’intera cittadina annunciando il giorno di festa. Le sante messe nella chiesa commendale sono in programma alle 6,30; alle 7,30; alle 8,30; alle 12. Alle 9,30, il corpo bandistico Vito Cutello percorrerà le vie principali della città. Saranno eseguite alcune marce sinfoniche in piazza Duomo. Alle 9,30 ci sarà la solenne celebrazione eucaristica per ricordare i confrati defunti. Alle 11 la solenne celebrazione eucaristica con panegirico sul santo presieduta dal vescovo di Ragusa, mons. Carmelo Cuttitta. La santa messa sarà trasmessa in diretta su Radio Kàris Fm 99.300. Alle 14,30, tra le acclamazioni del popolo devoto al suo santo protettore, il simulacro del Battista sarà portato a spalla al centro della chiesa per la venerazione e la benedizione dei bambini.

Alle 18 la confraternita di San Vito, come da tradizione, offrirà solennemente un cero al santo protettore. Alle 18,30 l’esecuzione di altre marce sinfoniche in piazza Duomo. Alle 19 la santa messa solenne sarà presieduta dal predicatore padre Giuseppe Damigella op. Alle 20 la solenne uscita di San Giovanni Battista. La venerata reliquia e il taumaturgo simulacro del santo protettore saranno accolti dal popolo acclamante e commosso. Quindi, l’avvio della processione con la partecipazione del clero, delle confraternite, con i loro caratteristici stendardi, delle autorità civili e militari della città. Prevista la visita delle chiese di Santa Maria di Gesù, San Vito e San Filippo. Alle 23 l’entrata trionfale del precursore in piazza Duomo dove il predicatore traccerà in breve la figura del Battista.

Alle 23,30, in piazza San Giovanni, ci sarà lo spettacolo “San Giovanni…luce di Dio”, omaggio a padre Giuseppe Barbera, rettore della chiesa commendale, ritornato alla casa del Padre il 30 marzo scorso. Alle 23,45 la solenne entrata di San Giovanni nella propria chiesa. Da domenica, poi, prenderà il via l’ottavario di conclusione. In particolare, il 25 giugno, alle 19, ci sarà la sistemazione del simulacro di San Giovanni nella sua cappella. Dal 26 al 30 giugno, alle 18,45, l’esposizione del Santissimo sacramento con un’ora di adorazione.