Salute

Sovradosaggio farmaci: anziani a rischio

I dati di SICGE

Il 15% dei pazienti over 75 costretti a fare più terapie essendo in trattamento per diabete, ipertensione e iperlipidimia, e a causa dei farmaci doppioni che hanno lo stesso principio attivo sono a rischio di sovradosaggio.

Un rischio che spesso li fa finire in ospedale. Lo rivelano i dati della Società Italiana di Cardiologia Geriatrica (SICGE). Sono circa 150mila le persone che sono costrette ad usare un importante quantitativo di famrci ed è per questo che la SICGE ha promosso un Numero Verde, l' 800894140, attivo dal primo luglio, per fornire informazioni e assistenza su farmaci e terapie ai cittadini, e lancia in partnership con FederAnziani la SICGe Community (http://community.sicge.it ), un servizio di informazione e supporto per cittadini e classe medica. ''Siamo di fronte ad un'emergenza molto seria - dichiara Alessandro Boccanelli, Presidente SICGe - in Italia, gli ultra65enni sono oltre il 21% della popolazione totale, e sono destinati a superare il 33% entro 20 anni.

La duplicazione terapeutica, con casi frequenti di assunzione di farmaci della stessa classe, nasce da problemi di comunicazione tra medico e paziente e tra più medici che seguono lo stesso paziente''. Per questo, SICGe ha lanciato un Numero Verde dedicato agli over65, l'800894140. ''È solo uno dei servizi offerti dalla SICGe Community, il primo progetto nazionale realizzato in partnership con Federanziani dedicato alle patologie cardiovascolari nell'età avanzata'' spiega Niccolò Marchionni, Direttore del Dipartimento Cardiotoracovascolare di Careggi-Firenze.