Ragusa

Tutti al mare, Giuda permettendo

Sul litorale ibleo

Anche se l'estate inizia canonicamente mercoledì prossimo, con le scuole chiuse e con la colonnina di mercurio che da qualche giorno supera i trenta gradi, complice l'anticiclone "Giuda" che ha fatto registrare 5-6 gradi in più rispetto alle medie stagionali, possiamo benissimo affermare che questa estate edizione 2017 è ormai avviata.

Già da qualche giorno i più fortunati hanno popolato le spiagge del lungo litorale ibleo, i costumi sono stati tirati fuori e le creme solari per il corpo già acquistate. I meteorologi già da qualche giorno hanno annunciato però che dopo il picco registrato sabato con temperature massime di 35 gradi, questa domenica l'anticiclone, in linea con il nome che porta, tradirà i vacanzieri, soprattutto quelli del nord. Gli effetti si sentiranno anche dalle nostre parti e questa domenica pomeriggio porterà qualche nuvola anche sugli Iblei dove è prevista qualche goccia di pioggia che farà scendere la colonnina di mercurio di qualche grado.

Il caldo comunque tornerà a farsi sentire già a partire da martedì per raggiungere, venerdì prossimo, nuovamente i 33 gradi. Intanto anche le Forze dell'Ordine si organizzano per fare trascorrere ai ragusani delle vacanze più sicure possibile. Il Compartimento Marittimo di Pozzallo, ha avviato la consueta operazione denominata «Mare Sicuro», finalizzata ad assicurare un servizio attivo di vigilanza e controllo per la salvaguardia della vita umana in mare, la tutela della sicurezza della balneazione e della navigazione nonché per garantire la pubblica incolumità, prevenendo incidenti e sinistri marittimi. L'attività sarà caratterizzata da un pattugliamento giornaliero, dello specchio acqueo di giurisdizione mediante l’impiego delle motovedette CP 2113, CP 325 e del battello veloce G.C. A 07 dislocato all’interno del porto turistico di Marina di Ragusa, unitamente al battello G.C. 334 utilizzato dall' Ufficio Locale Marittimo di Scoglitti, con l’impiego di militari specializzati ed abilitati al salvamento.

A terra, lungo tutto il litorale, saranno invece, presenti oltre 10 pattuglie automontate, che effettueranno controlli di polizia demaniale marittima negli stabilimenti balneari pubblici e privati dislocati sulla costa nonchè lungo le spiagge libere, per la difesa dell’ambiente marino dagli inquinamenti provenienti da scarichi civili ed industriali e per scongiurare la pesca abusiva dalla spiaggia in orari e zone non consentite. Per segnalare tutte le emergenze in mare, ricordiamo il "Numero Blu 1530"; un servizio attivo su tutto il territorio nazionale H24 e 365 giorni l’anno.