Squadra Mobile

Ragusa, chiede il passaporto e viene arrestato

Era ricercato dalla polizia tedesca

Mandato di arresto europeo è stato eseguito dalla Squadra Mobile di Ragusa a carico del 36enne Gianluca Nanì,nato in Germania e residente a Modica. La Polizia tedesca aveva diramato una nota di ricerca per cattura in ambito internazionale a carico di Nanì ma nessuno lo aveva scovato.

Pochi giorni addietro l’uomo ha presentato istanza per il passaporto presso gli uffici della Questura di Ragusa ed un messaggio di rintraccio era comparso al terminale dell’operatore di Polizia. Accertamenti da parte della Divisione Polizia Amministrativa della Questura e della Squadra Mobile di Ragusa, permettevano di constatare che l’uomo fosse ricercato dalle autorità tedesche per traffico di droga. Nanì era stato arrestato in Germania per coltivazione di marijuana e detenzione di anfetamine e dopo la custodia cautelare in Germania era tornato in Italia stabilendo il proprio domicilio a Modica. La Squadra Mobile di Ragusa, una volta ottenuto il mandato di arresto europeo dal Servizio di Polizia per la Cooperazione Internazionale, ha convocato, con la scusa del passaporto, Nanì che appena ha fatto ingresso in Questura è stato arrestato.

Adesso la Germania farà richiesta per l’estradizione del cittadino tedesco di origini italiane e quindi un eventuale trasferimento dall’istituto di pena italiano a quello tedesco. “La Polizia di Stato, in provincia di Ragusa, opera decine di arresti ogni anno su mandato di autorità nazionali europee, nel rispetto del principio di reciprocità e collaborazione con le altre forze di Polizia”.