Cronaca

Catania, accusato di furto muore per infarto

Aveva 60 anni

Un tassista abusivo di 60 anni è morto nell'ospedale S. Marta e S. Venera di Acireale in provincia di Catania, colpito da infarto poche ore dopo essere stato malmenato da due uomini che lo avevano accusato di aver rubato il portafogli a una donna che lunedì scorso aveva trasportato sulla sua auto.

E' accaduto ieri. Lo scrive stamane il quotidiano 'La Sicilia'. Nella stazione ferroviaria della cittadina il tassista aveva preso a bordo la donna per condurla in centro in cambio di pochi euro. Il raid punitivo è avvenuto ieri intorno alle 11, quando la vittima, fuori dalla stazione, sarebbe stata avvicinata dai due uomini e dalla donna. Il tassista sarebbe stato poi malmenato in un'area appartata dopo aver negato ogni addebito. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Dopo l'aggressione sarebbe tornato a casa dove la madre gli avrebbe curato le ferite. Alle 17 la richiesta al 118 e la corsa in ospedale, dove l'uomo è morto poco dopo il ricovero per un doppio infarto. La Procura ha disposto l'autopsia.