Guardia di Finanza

Pozzallo, arrestato con 15 chili di hashish

Era diretto a Malta

Un italiano è stato arrestato dalla Guardia di Finanza del Comando provinciale di Ragusa con 15 kg di hashish mentre era in procinto di imbarcarsi sul catamarano diretto a Malta.

Lo scorso fine settimana, i Finanzieri della Tenenza di Pozzallo hanno condotto l’ennesima operazione antidroga all’interno del sedime portuale, frutto di una incessante attività di controllo sui passeggeri, che, specie in questo periodo, prendono d’assalto l’isola dei cavalieri, riconosciuta meta di attrazione per centinaia di ragazzi in cerca di “movida”. In particolare, i militari hanno posto l’attenzione su un soggetto italiano, classe ‘70, il quale, alla vista degli operanti, ha mostrato evidenti segni di nervosismo ed ha risposto alle domande in maniera confusa e talvolta contraddittoria. Tale circostanza, ha indotto i finanzieri ad eseguire una perquisizione personale e sul bagaglio, al cui interno, ben occultati, sono stati rinvenuti ben 15 kg di hashish, avvolti sottovuoto con pellicola e scotch.

Il soggetto è stato tratto in arresto per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e, su disposizione della locale Autorità Giudiziaria, è stato associato presso la Casa Circondariale di Ragusa. L’intero quantitativo di droga è stato sottoposto a sequestro ed inviato al laboratorio di analisi dell’ASP di Ragusa per stabilire la valenza del principio attivo, al fine di quantificare i presumibili ricavi che avrebbe potuto fruttare l’attività di spaccio, che attualmente si attestano attorno ai 150.000 euro. L’operazione di servizio delle Fiamme Gialle iblee si inquadra nell’ambito di un dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti, che prevede l’intensificazione dei controlli presso i porti e gli aeroporti nazionali.