Giustizia

Tribunale di Ragusa, protocollo d'intesa con i Comuni Iblei

Istituzione di uno sportello Territoriale di prossimità telematica

Il 7 giugno scorso presso la Presidenza del Tribunale di Ragusa è stato sottoscritto il Protocollo di intesa per l’istituzione e la gestione di uno Sportello Territoriale di Prossimità Telematica della Giustizia Iblea.

Hanno partecipato e sottoscritto il Protocollo d’intesa con il Tribunale di Ragusa,rappresentato dal Presidente FF dott. Salvatore Barracca e dal responsabile del progetto il direttore Filippo Pasqualetto, il Comune di Modica, rappresentato dal Sindaco Ignazio Abate , il Comune di Comiso rappresentato dal Sindaco Filippo Spataro, il Comune di Ispica rappresentato dal Sindaco Lucio Muraglie, il Comune di Scicli rappresentato dal’Assessore Caterina Riccotti , il Comune di Vittoria rappresentato dall’Assessore Daniele Scrofani, il Comune di Chiaramonte Gulfi rappresentato dall’assessore Laura Turcis, il Libero Consorzio Comunale di Ragusa rappresentato dell’avv. S. Mezzasalma , la Fondazione G.P. Grimaldi rappresentata dall’avvocato Filippo Pasqualetto. Mediante la sottoscrizione del protocollo il Tribunale di Ragusa e i Comuni pongono le basi per avvicinare l’offerta e la fruizione dei servizi di Giustizia nei luoghi di residenza dei cittadini della provincia Iblea.

I Cittadini di tutti i Comuni che hanno firmato potranno accedere ai servizi giudiziari (presentazioni istanze, ritiro moduli, richiesta e ritiro copie) senza l’obbligo di doversi recare fisicamente al Tribunale di Ragusa, trovando una risposta unitaria ai propri bisogni sia di natura Socio Assistenziale che Giuridica nel proprio luogo di residenza collegandosi per via telematica - tramite gli uffici comunali - con le Cancelleria del Tribunale. Il protocollo sottoscritto prevede i seguenti punti: è istituito lo Sportello Territoriale di Prossimità Telematica della Giustizia Iblea per i servizi giudiziari del Tribunale di Ragusa; lo Sportello sarà a servizio dei Cittadini dell’Ambito Territoriale di Modica, Vittoria ,Comiso, Scicli, Chiaramonte Gulfi, Ispica; le finalità specifiche ed il modello di funzionamento saranno predisposte dal gruppo guida che, oltre a garantire la dovuta formazione a tutti gli operatori comunali che animeranno gli sportelli - sia in fase di lancio dei servizi che ogni qualvolta si manifestassero esigenze formative - collaborerà con gli Enti territoriali al fine di elaborare strategie di cooperazione interistituzionale; il Tribunale di Ragusa, i Comuni, e la Fondazione Grimaldi, collaboreranno al fine di individuare e realizzare, ciascuno in base alle proprie competenze, risorse e titolarità, progetti ed azioni volti ad aumentare l’efficacia e l’efficienza della giustizia, promuovendo ed individuando iniziative di miglioramento continuo; sarà creato un canale di coopartecipazione diretta tra il Tribunale e i Comuni al fine di promuovere la cultura della protezione giuridica tra cittadini ed operatori coinvolti, facilitare l’informazione e la consulenza ai cittadini e ai servizi socio sanitari ed assistenziali; favorire il loro accesso ai servizi del Tribunale con particolare attenzione a quelli della Volontaria Giurisdizione, predisporre ed utilizzare procedure e strumenti operativi omogenei da parte di tutti i soggetti istituzionali e volontari del territorio; le Amministrazioni Comunali di Modica, Comiso, Scicli, Giarratana, Vittoria, Ispica e Chiaramonte Gulfi applicheranno agli Sportelli, attrezzature e strumenti già in dotazione agli uffici e comunque in regime di invarianza di spesa (computer, stampante e telefono);

il funzionamento dello Sportello è supportato principalmente da personale comunale che potrà essere eventualmente anche coadiuvato da operatori volontari sotto la supervisione dei Comuni in accordo e integrazione con il Tribunale di Ragusa; la scelta degli operatori addetti allo sportello sarà fatta di comune accordo tra il Tribunale e l’Amministrazione Comunale e fin da adesso il personale comunale può essere applicato a svolgere stage formativi nelle cancellerie del Tribunale per poi trasferire le acquisizioni professionali nello svolgimento dei servizi connessi con lo sportello di prossimità; Il personale comunale adeguatamente formato sarà di supporto alle attività di predisposizione dell'istanza, raccolta e verifica degli allegati, compilazione della corretta modulistica oltre alle attività di predisposizione dei rendiconti periodici di Amministrazione di Sostegno e Tutele; provvederà alla raccolta dei rendiconti periodici compilati e deposito telematico nella Cancelleria del Tribunale;

il personale che opera allo sportello è tenuto al segreto professionale su tutto ciò che gli viene confidato o di cui viene a conoscenza nell’espletamento della propria attività oltre ai vincoli di cui alle norme sulla privacy; il presente accordo ha validità di anni due rinnovabili tacitamente ed è aperto alle eventuali successive adesioni di altri enti e organismi presenti nel territorio. Adesso si passerà alla fase operativa con il piano di individuazione e formazione dei dipendenti comunali che assisteranno i cittadini nella predisposizione, compilazione e raccolta della documentazione relativa alle varie tipologie di procedure giudiziarie accessibili ai cittadini direttamente (autorizzazioni al Giudice Tutelare, amministrazioni di sostegno, tutele atti di volontaria giurisdizione e di affari amministrativi di competenza del tribunale ).

Il Tribunale dopo le attività istruttorie restituirà il provvedimento del Giudice al Comune per la consegnerà al cittadino richiedente evitandogli in tal modo il defaticante e costoso “pellegrinaggio” a Ragusa.