Studio

Cipolle rosse: efficaci contro i tumori?

Il merito è della quercetina

La cipolla rossa è un toccasana per la salute. Lo annunciano alcuni ricercatori dell’Università di Guelph in Canada. In particolare dopo alcuni test di laboratorio i ricercatori sostengono che potrebbe essere utilizzate per nuove terapie contro il tumore a colon e seno.

Il nuovo è stato pubblicato sulla rivista scientifica Food Research International. Questa ricerca dimostra che le cipolle rosse potrebbero avere la capacità di colpire le cellule cancerogene, in particolare del tumore al colon e di quello al seno. La ricerca ha testato cinque diversi tipi di cipolle che crescevano in Ontario, in Canada. In particolare una varietà chiamata ‘Ruby ring onion’, che appunto è rossa, si è rivelata la più efficace contro il cancro. Il merito è dell’alto contenuto di quercetina, un tipo di flavonoide che ha potere antiossidante, e di antociani (o antocianine), che danno il colore rosso e che arricchiscono l’azione antitumorale della quercetina stessa.

Lo studio è stato effettuato ponendo a diretto contatto le cellule tumorali del cancro al colon con l’estratto di quercetina di cinque tipi diversi di cipolle. E di recente gli studiosi hanno anche riscontato che le cipolle sono efficaci anche nel tumore al seno. Il prossimo passo saranno dei trial direttamente sull’uomo. I ricercatori sono anche a lavoro su un metodo di estrazione della quercetina libero da sostanze chimiche, che consenta di utilizzarne le proprietà nella nutraceutica e sotto forma di pillole. Anche in Italia è stato condotto uno studio all’Università di Pisa dal quale è emerso che la cipolla rossa, in particolare quella di Cannara, coltivata in Toscana, aumenta le difese immunitarie, soprattutto n particolare i linfociti NK CD16+, conosciuti per il loro ruolo contro il cancro e i processi infettivi. Anche in questo caso però la ricerca era fatta solo in laboratorio.