Società

L'onestà

In un momento storico complicato

Sarà il momento storico complicato che impone alla società problemi di difficile soluzione; sarà l'accresciuta consapevolezza che non abbiamo dei buoni maestri tra coloro che dovrebbero rappresentare i nostri punti di riferimento, sta di fatto che sempre con maggiore frequenza è possibile leggere sui social network interrogativi sull'opportunità di essere onesti in una società nella quale molti tendono al personale arricchimento, allo sfruttamento degli altri, all'agiatezza a tutti i costi, pur consapevoli che certi obiettivi implicano l'inosservanza delle leggi dello Stato e talvolta la scelta di delinquere.

L'onestà è la qualità morale di chi rispetta gli altri ed agisce lealmente verso il prossimo; in quanto tale, la questione non è di convenienza ma di avere o non avere tale qualità morale. Chi è profondamente onesto, infatti, non pensa mai a derogare, a fare delle eccezioni, ma si sforza malgrado tutto ad agire secondo i dettami imposti da tale qualità. Mi rendo conto che nella società attuale , dove non mancano casi in cui si è privati dello stretto necessario, sia un'impresa ardua non avere cedimenti ed interrogarsi sull'opportunità di deroghe a certi valori ma per fortuna chi è onesto lo rimane sempre. Forte di questo convincimento, non ho mai condiviso il detto:è l'occasione che fa l'uomo ladro o l'altro secondo il quale ciascuno ha il suo prezzo; se l'uomo ha sani principi, nessuna occasione e nessun prezzo lo potranno mai vedere in vendita.

Spesso, ad avvalorare tale tesi, è il verificarsi di ruberie commesse da uomini ricchi, con ruoli di prestigio ma che evidentemente non hanno la qualità morale dell'onestà ma dotati di grande avidità. Certo, se vivessimo in un Paese nel quale chi commette certi reati pagherebbe con misure adeguate, ci sarebbe meno indignazione delle persone perbene e molto meno spazio per le perplessità sul comportarsi onestamente ma questo è un altro problema che attiene alle collusioni di certi ambienti che per incapacità politica o per vicinanza ai disonesti si guardano bene dal varare leggi che pongano un freno a determinate azioni. In ogni caso, l'onestà è una qualità morale che potrà cambiare la società e della quale non si può che esserne fieri!