Tradizione

Addolorata, festeggiamenti a Comiso

Domenica sera rassegna di cori Cantiamo la Speranza

Continuano i festeggiamenti dedicati a Maria Santissima Addolorata presso la parrocchia Santa Maria delle Stelle a Comiso. Quest’anno alcune importanti novità hanno riguardato il coinvolgimento delle scuole di ogni ordine della città che hanno animato in maniera sentita e coinvolgente il solenne settenario dedicato a Maria.

In particolare, alcuni alunni del liceo “Salvatore Fiume”, sezione artistica dell’istituto “Giosuè Carducci”, coordinati magistralmente dal professore Salvo Barone, hanno raffigurato in immagini, poi incorniciate e che rimarranno patrimonio della parrocchia stessa, le sette spade di Maria. I capolavori, opera degli allievi A. Miranda, D. Piloto, S. Eterno, A. Mallo, G. Carbone, S. Pappa, M. Gianninoto, A. Frasca, L. Ricciardi, A. D’Amato, C. Manolache, R. Giummarra ed E. Guastella, sono esposti lungo la navata della chiesa, proprio per essere ammirati dai fedeli durante tutte le funzioni dell’ottava. Domenica sera, 28 maggio, subito dopo la celebrazione eucaristica, è in programma una suggestiva rassegna di cori dal titolo “Cantiamo la Speranza”, curata dalla maestra Maria Lucia Faro.

Da evidenziare, inoltre, che l’illuminazione artistica della facciata di Santa Maria delle Stelle e della cupola, opera del luminografo Gaspare Di Caro, sarà offerta all’ammirazione dei visitatori fino a domenica sera. Imminente, ma ancora in data da destinarsi, sarà l’accensione dell’illuminazione definitiva e permanente, su motivi e colori più convenzionali, della facciata, resa possibile dalla donazione della famiglia Bocchetti in memoria del padre Pinò Bocchetti.