Assipan

I biscotti tipici di Ragusa al G7 di Taormina

Insieme al pane artistico

Il pane storico, quello della tradizione, che racconta la cultura dell’intera isola. Realizzato dai panificatori siciliani, tra cui quelli della provincia di Ragusa, finirà sui tavoli dei capi di Stato che, venerdì e sabato, parteciperanno al G7 in programma a Taormina.

I panificatori della provincia di Agrigento cureranno la realizzazione del pane artistico mentre quelli delle province di Messina, Catania, Trapani e, naturalmente, anche Ragusa si occuperanno di produrre biscotti tipici, sulla scorta delle peculiarità che ogni territorio riesce ad esprimere, che saranno distribuiti anche in qualità di presente ai vari capi di Stato e alle delegazioni diplomatiche oltre che ai giornalisti partecipanti all’importante evento internazionale. Ad illustrare tutti i particolari dell’originale e per certi versi irripetibile iniziativa è stato questa mattina il presidente di Assipan Sicilia, Salvatore Normanno, assieme a Daniele Savasta che si è occupato della realizzazione dei prodotti panari esposti stamani in conferenza stampa e che ricalcano quelli che poi saranno portati a Taormina.

“Per la nostra associazione di categoria – ha sottolineato Normanno – si tratta di una grande occasione oltre che di un importante ritorno d’immagine. E’ un modo per promuovere ancora di più, oltre che il pane della nostra isola, anche la tradizione che la stessa riesce ad esprimere attraverso il cibo”. All’incontro con i giornalisti ha partecipato anche il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Enzo Buscemi, assieme al vicepresidente provinciale Giovanni Digrandi e al presidente provinciale Fipe Ragusa, Maurizio Tasca, oltre ad altri dirigenti del sistema provinciale dell’associazione di categoria (c’erano l’amministratore Salvatore Marinelli e il componente della Giunta provinciale, nonché presidente della sezione Ascom di Pozzallo, Gianluca Manenti). “Facciamo i complimenti al presidente Normanno e all’Assipan – ha sottolineato Buscemi – per essere riusciti a raggiungere questo grande traguardo. Sapere che i capi di Stato presenti al G7 mangeranno il pane della tradizione siciliana e che questa piacevole circostanza sarà legata ai nostri associati non può che riempirci d’orgoglio”.

Il responsabile regionale dell’Assipan, Giovanni Arangio Mazza, ha sottolineato la grande valenza dell’iniziativa e che la stessa si è potuta concretizzare grazie ai rapporti intessuti nel corso di questi ultimi mesi dopo una prima lettera inviata alla presidenza del Consiglio dei ministri che è stata accolta in maniera positiva. “Un grande traguardo – ha messo in rilievo Arangio Mazza – che è stato possibile tagliare solo perché si opera all’interno della nostra associazione di categoria che a livello nazionale ha un importante peso specifico”.